Da geranio a educatore

0

Titolo: Da geranio a educatore. Genere: Saggio autobiografico. Autore: Claudio Imprudente.

Trama – Il libro è l’esempio e la prova del coraggio immenso di una persona che ancora una volta ha dimostrato come, nonostante le avversità della vita, quando hai un obiettivo da raggiungere è possibile riuscirci. Parla, infatti del passaggio da “geranio” metaforico, a causa della sua malattia e di come sia riuscito a diventare educatore di altri ragazzi, bisognosi di essere ascoltati e compresi.
E Claudio di valori da insegnare ai ragazzi ne ha tantissimi, non per sentito dire, ma per esperienza personale vissuta quotidianamente tra continue fatiche. Ma anche soddisfazioni.

Ne consigliamo quindi la lettura a tutti coloro che vogliono scoprire e conoscere una persona, che pur avendo limiti fisici, riesce a vivere la vita fino in fondo in maniera incredibile, molto più di tanti normodotati. E mette questa sua forza a servizio degli altri per aiutarli ad andare avanti quotidianamente.

Note sull’autore – Formatore, giornalista e scrittore, Claudio Imprudente ha fondato la comunità “Maranatha”’ e il Centro Documentazione Handicap di Bologna. Grazie al “progetto Calamaio” ha seminato con ironia la cultura dell’inclusione nelle scuole di tutta Italia.

Loretta e Giovanna

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn netto calo i contagi: 764 nella provincia
Articolo successivoRistorante Gualdo
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO