Basket Unieuro Forlì-Ferrara
Forlì-Ferrara, match di Supercoppa, 19 settembre 2021

Aria di derby per l’Unieuro, che domenica pomeriggio se la vedrà con la Top Secret Ferrara. Nonostante le premesse importanti, la squadra emiliana ha dovuto fare i conti con qualche infortunio di troppo, che l’ha condizionata per tutto l’inizio campionato ottenendo il misero score di due vittorie a fronte di cinque sconfitte.

La storia sportiva del basket ferrarese è scritta per la maggior parte tra le pagine della Legadue/A2 con il nome Basket Club Ferrara, dove ha militato dal 2000 in poi fino all’exploit della promozione in A1 nella stagione 2007/08. Nel 2011, dopo aver ceduto il titolo di Legadue alla Effe Biancoblu Bologna, acquisisce i diritti della Pallacanestro Budrio ripartendo dalla B dilettanti, rinascendo come Pallacanestro Ferrara 2011. Da quel momento ha inizio la scalata verso la serie A2, che raggiungerà poi nel 2014.

Sebbene ogni stagione abbia una storia a sé, i precedenti in campionato tra le due squadre sono favorevoli agli ospiti, con quattro vittorie negli ultimi quattro incontri. Diversi anche gli stati d’animo: come accennato prima Ferrara è in difficoltà, arrivando da due sconfitte ad opera di Fabriano e Latina, che al momento condividono proprio con gli estensi l’ultimo posto in campionato. Diversamente Forlì si ritrova con il morale alle stelle dopo la vittoria ai danni di Scafati, e in caso di successo agguanterebbe momentaneamente proprio i campani in testa alla classifica.

Guardando alle statistiche, gli emiliani fanno molto affidamento sulla coppia di lunghi, in particolare sull’ala/pivot americana Andrew Pacher, che segna 18.1 punti e raccoglie 6.7 rimbalzi in 33.1 minuti. Importante aggiungere che è il secondo miglior tiratore del girone col 54.4%, subisce 5.7 falli a partita (nessuno come lui) e con queste statistiche è inevitabile che sia anche il giocatore con valutazione più alta, ben 23.9 a gara. L’altro elemento a cui prestare molta attenzione è Giovanni Vildera, che contribuisce alla causa con 12.9 punti e 5.6 rimbalzi, di cui 2.9 offensivi (tra i migliori).

In generale il roster è composto da giocatori esperti della categoria, come Fantoni e Fabi, e da giovani interessanti quali Filoni e l’ex di turno Petrovic, che garantiscono il giusto mix in una squadra attrezzata per ambire a piazzamenti sicuramente più nobili delle ultime posizioni. In panchina siede dal 2019 coach Spiro Leka, che all’interno della società svolge anche il ruolo di direttore sportivo.

Per Forlì è una grande occasione per dare continuità ai risultati e consolidare la propria posizione in classifica, tenendo conto del fatto che è una squadra di qualità con notevoli margini di miglioramento. Appuntamento quindi domenica 21 novembre all’ MF Palace di Ferrara ore 17:00, per una partita che si prospetta infuocata.

Michele Prati