hollywood

Dopo il successo planetario del 2019 di “Avengers Endgame”, ed a seguito delle recenti beghe legali dovute all’uscita di “Black Widow”, Marvel Studios è pronta a rilanciarsi grazie all’ultima uscita fissata per settembre 2021: “Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli”, il primo film del Marvel Cinematic Universe ad avere come protagonista un supereroe asiatico. 

Shang-Chi sarà il secondo film della cosiddetta fase 4 del Marvel Cinematic Universe, (il primo, Black Widow, è attualmente disponibile nelle sale cinematografiche e in streaming) ovvero la serie di film Marvel iniziata nel lontano 2008 con Iron Man.Si tratta di un progetto contemplato da Marvel Studios sin dai primi anni novanta, quando Stan Lee aveva cercato di ingaggiare Brandon Lee come attore protagonista,  per omaggiare Bruce Lee (fonte di ispirazione principale del personaggio), padre di Brandon, e attore e icona delle arti marziali su grande schermo.

Questa produzione in un certo senso ripercorre il percorso iniziato nel 2018 con il lancio di “Black Panther”, il supereroe proveniente dalla fittizia nazione africana chiamata “Wakanda”, con cui Walt Disney Company (proprietaria del marchio Marvel) ha avuto l’opportunità di approfondire tematiche vicine alle culture afroamericane ed africane.

Attraverso Shang-Chi, Marvel avrà la possibilità di inserire nel proprio Cinematic Universe un supereroe che possa ispirare, e che possa essere più vicino alle culture asiatiche! Walt Disney già nel 2020 aveva lanciato un remake del cartone animato “Mulan”, sviluppandolo interamente in Cina, e confermando il trend di produzioni cinematografiche che non si concentrassero esclusivamente su culture occidentali, con un occhio di riguardo anche per protagoniste femminili.

Le produzioni Hollywoodiane, e non soltanto quelle della Marvel e Walt Disney, si stanno aprendo quindi sempre di più alla diversità e alla multiculturalità! Il successo del primo capitolo basato sul personaggio di Wonder Woman ha ad esempio spinto la Warner Brothers a continuare ad investire sul personaggio per un sequel. Negli anni precedenti diverse case cinematografiche hanno rielaborato film di successo come Ghostbusters (produzione Sony del 2016) e Ocean’s Eleven (Prodotto da Warner Brothers, e intitolato Ocean’s 8 nel remake), con protagoniste al femminile!

Questo fenomeno è dovuto a diversi fattori 

Su tutti l’ingresso nel mercato delle produzioni cinematografiche delle piattaforme e servizi di streaming. Ora che i prodotti di Hollywood, così come le produzioni televisive, vengono in gran parte consumati comodamente da casa, con semplice accesso ad una connessione ad internet, l’industria cinematografica ha iniziato a competere con molte più produzioni, per un bacino di utenti decisamente maggiore. Lo sviluppo tecnologico e le nuove risorse disponibili per la qualità dell’immagine e del suono si sono dovute inoltre adeguare ai dispositivi che gli utenti utilizzano per visualizzare questo tipo di contenuti: smartphone, tablet, computer e televisori!

Altro fattore che ha generato un importante serie di cambiamenti è sicuramente la sensibilizzazione a tematiche relative alla diversità razziale e di genere. Nell’era dell’informazione rapida, in un mondo sempre più connesso, l’opinione pubblica è diventata progressivamente più sensibile a tematiche come l’uguaglianza razziale e di genere, e l’industria cinematografica riflette questo trend, avendo in mente e focalizzando sempre più produzioni sulla multiculturalità!

Ed infine, un altro fattore che ha cambiato Hollywood, non per minore importanza, è sicuramente l’aumento della popolazione mondiale, ed il conseguente cambiamento del mercato economico globale. Ed è proprio in questo contesto, in cui l’intrattenimento, le produzioni televisive e cinematografiche sono facilmente accessibili a livello globale, che il mercato asiatico (con ben oltre 4 miliardi di persone) grazie all’importante crescita economica degli ultimi decenni, rappresenta un’opportunità estremamente invitante, che Hollywood fa bene a non trascurare.

Ovviamente, così come Hollywood viene influenzata dai cambiamenti del mercato globale, moltissimi settori hanno subito l’influenza dell’industria cinematografica. La relazioni che abbiamo con moltissimi aspetti della nostra vita si intrecciano costantemente con il mondo del grande schermo. Il cinema, così come qualsiasi altro tipo di media, condiziona il modo in cui percepiamo la realtà che ci circonda. I film possono intrattenere, educare, ispirare, suscitare emozioni e far pensare gli spettatori. E così come la letteratura, la pittura, la musica, il teatro, ed ogni altra espressione culturale, subiscono l’influenza dei tempi, e a loro volta influenzano la nostra quotidianità.