Metello

0

Titolo: Metello. Autore: Vasco Pratolini. Genere: romanzo storico.

Trama – Metello è un giovane uomo che inizia ad interessarsi ai problemi della classe operaia perchè appartiene ad una famiglia di operai e poi anche perchè nel confrontarsi con i coetanei, si sente umiliato e sottovalutato. L’autore in questo libro racconta la presa di coscienza del protagonista in un periodo storico in cui si sta verificando un cambiamento sociale che avverte dentro e intorno a lui. Infatti parla della classe operaia, della sua nascita con i relativi problemi che ne conseguono. Metello mette in evidenza prima come sentire una presa di coscienza di classe e fa capire ai suoi compagni che insieme e superando i propri interessi personali si possono ottenere di fare sentire più forte la propria voce.

Il libro è ambientato tra fine 800′ e inizio 900′, cioè nel periodo più difficile per la formazione e l’affermazione di una classe operaia vittima di violenze ed oppressioni governative.

Ne consigliamo la lettura a tutti coloro che vogliono conoscere ed approfondire un determinato periodo storico della nostra Italia, durante il quale che anche se attraverso soprusi e violenze, i nostri antenati hanno lottato per conquistarsi il diritto di esprimersi e dare voce ad ogni classe sociale. In questo caso soprattutto a quella operaia, fino ad allora poco considerata.

Note sull’autore: Vasco Pratolini è uno scrittore italiano che nasce a Firenze nel 1913 e muore a Roma nel 1991. Nasce in una famiglia operaia, conosce quindi bene la loro situazione e rimane orfano della madre a 5 anni.

Loretta e Giovanna

CONDIVIDI
Articolo precedente"I miei 17 anni" è la foto del mese
Articolo successivoBiciclotta, pedalata esplicita per Roncadello
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).