Vittorio Giardino alla Fumettoteca Callegati

Un cammino delle donne tra pagine e fumetti, per la ‘Festa della Donna‘ 2022, trova la Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’, con sede a Forlì, presentare al pubblico l’interessate iniziativa per l’edizione di martedì 8 marzo. Eva Kant la compagna di Diabolik, personaggio che quest’anno festeggia i suoi 60 anni, è l’icona della donna emancipata per l’originale esposizione consultabile, in sede e versione online sul sito ufficiale dall’8 al 31 marzo.

Un allestimento per una cronaca illustrata della vita fumettistica di una donna come solo due donne potevano inventare, le sorelle Giussani, diversa da tutte le eroine che l’avevano preceduta e da tutte quelle che tenteranno, invano, di imitarne il fascino. Per il ‘International Women’s Day – Giornata Internazionale della Donna’, come ogni anno si propone presso la sede fumettotecaria un incontro aperto tra il pubblico e i fumetti, in compagnia di Eva Kant la bionda, bellissima, con occhi verdi, compagna del Re del Terrore, forte di una sensualità raffinata e misteriosa.

Nel pomeriggio di martedì 8 la Fumettoteca Regionale invita, nel pieno rispetto di tutte le normative anti-Covid19, con apertura pubblica straordinaria dalle ore 14,00 alle 18,00, gli interessati che potranno trovare un percorso espositivo dedicato in compagnia della ‘femmina diabolika’, oltre ad una ampia scelta con migliaia di fumetti diabolici. Fumetti in omaggio, fino ad esaurimento, per tutto il pubblico. Informazioni 3393085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it.

Lo staff Fumettoteca, in questo frangente, evidenzia la ricorrenza con un pomeriggio di aperura della sede per proporre al pubblico un interessante punto di vista sulle donne con un’icona di stile, di moda, di bellezza. Una Donna con la D maiuscola. L’esposizione specifica, che prevede la visione e consultazione di albi e volumi a fumetti dedicati al personaggio, si lega alla ricca produzione dell’editoria fumettistica, mettendo in mostra le tavole e le vignette della ‘donna fumettata’ ma non per questo di minor valore, anzi. La donna anche nel fumetto ha dovuto ‘combattere’ per rivendicare un ruolo e solo dopo tanti anni questa donna illustrata è in grado di illustrare i non pochi aspetti sociali conquistati.

Una proposta di sicuro aspetto alternativo – chiarisce il direttore fumettotecario Gianluca Umiliacchi – che, in contrapposizione con le solite, tipiche iniziative, mette in luce uno spaccato socio-culturale non facile da recepire. Eva Kant, donna fumettata, con una propria connotazione e impegno, neppure tanto semplice, con l’eleganza è stata trasportata dal fumetto alla realtà, arrivando ad affidarle campagne di sensibilizzazione, per le tante problematiche sociali. Come per gli anni passati, la ‘Biblioteca dei Fumetti’ partecipa alla Festa della Donna rendendo omaggio all’universo femminile, nel modo più consone grazie alla stessa produzione fumettistica legata al mondo femminile, iniziativa che nasce con il preciso intento di sensibilizzare il pubblico nei confronti del fumetto e, soprattutto, valorizzare un ruolo femminile sociale partendo dai ruoli fumettistici“.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUn sabato mattina, di questi tempi
Articolo successivoNel 2021 più di 107 accessi al giorno al Pronto Soccorso. Pompignoli: «Situazione al limite»
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.