Unieuro Forlì – Ristopro Fabriano: 93-81

Unieuro Forlì: Hayes 26 (7/9, 4/7), Giachetti 12 (3/4, 1/2), Carroll 11 (1/2, 3/6), Pullazi 11 (2/7, 1/4), Bruttini 10 (3/4), Natali 9 (2/3, 1/2), Benvenuti 6 (3/4, 0/1), Palumbo 4 (2/3), Bolpin 2 (1/3, 0/2), Flan 2 (0/1), Ndour n.e., Bandini n.e. All. Dell’Agnello.
Tiri da due: 24/60 (60%), tiri da tre: 10/24 (42%), tiri liberi: 15/19 (79%). Rimbalzi: 33 (23+10). Assist: 20.
Ristopro Fabriano: Davis 28 (6/10, 4/7), Baldassarre 20 (5/6, 3/5), Smith 11 (4/9, 1/6), Benetti 9 (2/2, 0/3), Merletto 8 (0/1, 2/2), Marulli 3 (1/5 da tre), Matrone 2 (1/1), Thioune, Gulini (0/1 da tre), Gatti n.e., Re n.e., Caloia n.e. All. Pansa
Tiri da due: 18/29 (62%), tiri da tre: 11/29 (38%), tiri liberi: 12/13 (92%). Rimbalzi: 27 (21+6). Assist: 12.
Parziali: 29-14, 21-26, 18-16, 25-25.
Arbitri: Radaelli, Almerigogna, Tarascio.
Spettatori: 1727

Prima gara ufficiale davanti al proprio pubblico per l’Unieuro, dopo la convincente vittoria all’esordio contro Chieti. Se la vedrà con la neopromossa Fabriano che, al contrario, viene da una brutta sconfitta casalinga, figlia di un crollo mentale nel secondo tempo della sfida contro la Stella Azzurra. Il pubblico sarà sicuramente un arma in più per i padroni di casa, ritrovandosi dopo oltre un anno e mezzo in un’atmosfera di elettrizzante attesa.

LA PARTITA

Primo tempo. Forlì parte con i 5 visti nelle precedenti partite. L’inizio è caratterizzato da una grande intensità e concentrazione nel gioco forlivese con Hayes e Palumbo che si dividono i primi 9 punti del match. Gli ospiti fanno fatica a trovare spazi, registrando molte palle perse e solo 4 punti nei primi 6 minuti grazie a due belle giocate di Davis, vero top player della formazione marchigiana. Dopo 6 minuti primo time-out sul 14-4. La situazione non cambia anche dopo l’ingresso delle “seconde linee”: Forlì sembra dominare la partita con Fabriano, che si sblocca solo a cronometro fermo con 7 punti di Benetti. Carroll però è devastante e con 8 punti di fila spedisce gli ospiti a -15 chiudendo il primo quarto 29-14.

Il copione della partita non cambia con l’inizio del secondo periodo: i padroni di casa hanno una marcia in più, con 6 punti di fila firmati Bruttini e soprattutto Pullazi, che domina il pitturato raccogliendo importanti rimbalzi offensivi. Si vede una prima reazione degli ospiti verso metà quarto, con Merletto e Baldassarre che accorciano le distanze e fanno capire che non hanno intenzione di mollare la presa facilmente. A 4’ dal riposo lungo infatti è Forlì che è costretta a chiamare time-out, con gli ospiti tornati a -10.

La partita si accende: gli americani dell’Unieuro fanno faville, a cui Davis risponde egregiamente. È di Natali però la giocata che infiamma il pubblico, portando a casa 3 punti importantissimi nati da un fallo su rimbalzo in attacco e conseguente canestro, dimostrando grande intelligenza e grinta, qualità che sembrano contraddistinguere questa Unieuro. Finisce il primo tempo senza ulteriori scossoni, con Forlì avanti 50-40.

Secondo tempo. I primi minuti dal ritorno in campo sono di marca Fabriano: Davis è a tratti immarcabile, coadiuvato dall’esperto Baldassarre, che trascina i suoi sia in attacco che in difesa portando lo svantaggio a soli 6 punti. Forlì però contiene bene l’impeto avversario con una solida difesa, reagendo con Bruttini e soprattutto capitan Giachetti, che sale in cattedra e sforna assist e punti a ripetizione riportando il vantaggio a quota 12, dando un po’ di respiro ai suoi compagni.

L’ultima frazione comincia come il quarto appena terminato, con Baldassarre e Davis che trascinano la loro squadra a suon di punti. Momento difficile per Forlì che si ritrova improvvisamente a soli 3 punti di distanza dagli avversari e coach Dell’Agnello è costretto a chiamare time-out dopo 4′. Scelta azzeccata, perché i padroni di casa ritrovano compattezza e, trascinati da un monumentale Hayes, ritornano sul +10. In più, si registra un antisportivo di Baldassarre, al suo quarto fallo, che permette a Bruttini di allungare ulteriormente dalla lunetta.


A 120” dalla fine la partita è ormai nelle mani di Forlì, con Giachetti che delizia il pubblico con un assist al bacio per lo stesso Bruttini facendo esplodere la gioia dei tifosi. Nell’ultimo minuto trova spazio anche il giovane Flan, che approfitta del bonus per segnare i suoi primi punti dalla lunetta. Si chiude così una bellissima partita sul punteggio di 93-81, che ha visto Forlì comandare dall’inizio alla fine respingendo efficacemente i tentativi di rimonta degli ospiti.

Michele Prati