Ristorante Fiumicello

0

Ristorante Fiumicello
Indirizzo via Fiumicello 1 a Premilcuore Fraz. Fiumicello
Recapiti tel. 0543/956836
Giorno di chiusura: lunedì
Orario di esercizio: pranzo/cena.
Chiusura per ferie: gennaio; febbraio.
Si può prenotare? Si, impellente sul weekend.
Come arrivare, itinerario consigliato: Se parti da Forlì dovrai indirizzarti verso Predappio e Premilcuore, attraverso la tortuosa ma divertente Strada Provinciale: dopo Premilcuore la strada cambia aspetto e diventa montana (paesaggi favolosi) e dopo pochi chilometri troverai la deviazione a sinistra per Fiumicello. Se invece parti dal versante toscano, farai tutto a ritroso e troverai deviazione sulla tua destra. Se arrivi dal Corniolo, avrai la strada valico montana da alcuni anni asfaltata.
Parcheggio: antistante; diversi parcheggi per molte auto.
Locale climatizzato e con sale all’aperto.

Da anni ero pronto per recensione al Ristorante Fiumicello, vicissitudini pandemiche e siamo qua. L’azienda, una dozzina di persone, è a gestione familiare, chiave del successo anche economica: l’intervista verte su Lorena Perini, figlia del fondatore che assieme alle figlie Giada e Gloria, manda avanti l’attività creata dai genitori, due dinamici 80enni che non vogliono andare in pensione. Fiumicello è una frazione di Premilcuore, vero appennino romagnolo, a ridosso della Toscana.

Descrivendo Fiumicello, la prima cosa evidenziare il luogo, un posto piccolo ma bellissimo quasi magico, direi dove viverci, lo spot Barilla/Fattoria del Mulino Bianco (esiste realmente, Ndr) lo ritrovi qua con un verde esaltante, aria pura e l’acqua sorgiva (controllata, Ndr) nella caraffa in tavola, alla francese; tutto si è fermato, la frenesia e il rumore del moderno non c’è, come arrivi e scendi dalla macchina, dovrai abituarti al silenzio; strada poco trafficata ed è stata asfaltata da pochi anni, prima era bianca (ti porta a Corniolo scavalcando il monte, un altro itinerario da fare).

Parliamo del Ristorante Fiumicello: i genitori nel 1974 aprono ex novo, da zero, un albergo con annesso ristorante; dopo 25 anni si è fatta una radicale ristrutturazione creando alcuni mini appartamenti e separando il ristorante, la struttura che troverai.
Cucina casareccia, primi piatti fatti a mano, tortelli cappelletti, lasagne; gli allevamenti di Razza Romagnola e le trote, ma anche il somarino, il galletto davvero ruspante, tutto genuino. Trattoria ben organizzata, sempre piena, anche infra-settimana, cucina tosco-romagnola, salumi di loro produzione, come le carni con un eccezionale allevamento di pregiatissima Razza Romagnola; e le Trote che troverai nel retro del locale nelle 3 enormi vasche da ingrasso più sul bellissimo laghetto dove potrai pescare; insomma una bella eccellenza non c’è che dire.

Ho degustato più volte prima di scrivere ma i nostri segnalatori erano sempre positivi con voti alti; il Ristornate Fiumicello presenziò anche ad una Fiera Artusiana a Forlimpopoli.
E siamo qua, montagna appenninica, una stupenda giornata di settembre, la inevitabile malinconia nell’andare via per tornare in pianura, a Forlì.

Dimensione del locale; servizi igienici, Cucine: ampio locale ben arredato, tavola con tovaglia di tessuto usa e getta, tovagliolo di carta. Piatti e posaterie di ottima fattura. Cucina (che ho dettagliatamente visitato, Ndr) ampia pulitissima, razionale, funzionale, un camino enorme a vera brace di legna in uso tutti i giorni. Bagni nuovissimi perfetti puliti ordinati. Camere e dépendance sovrastanti per accogliere i viandanti che volessero fermarsi una o più notti, sempre pieno nel weekend.

Target del locale $$$: medio.

Note sulla cucina, tipologia espressiva: Cucina Tosco-Romagnola come vuole l’influenza della località (Toscana vicinissima, confinante). Direzione, chef: Lorena.

Descrizione Menù:

Antipasti: Classica tavolozza con affettati tutti di loro produzione, formaggi pecorino a Km zero, crostini fegato, trota e porcini, finocchiona da fare invidia a Toscana intera. Prosciutto col suo grasso tenerissimo a venature rosacee segno di una ottima alimentazione dell’animale, spada tratta per la Finocchiona (voto 10 e lode) come per i Crostini. Voto globale: 9+. Affettati; Formaggi.

Primi piatti: metto in difficoltà la cucina con una Tagliatella al ragù: sugo classico maiale e ciccia romagnola a punta-di-coltello, voto del ragù 9. Tagliatella ben fatta, a mano, ruvida, stretta come vuole la linea montanara, spessa, colore giallo-uovo, cotta al dente, voto 9. Ottimo senza forma, poi ho inondato, buon parmigiano. Ragù di: ciccia, somarino e cinghiale. Tortelli di patate; Ravioli alle erbe; Lasagne/Cannelloni. Cappelletti in brodo, top, da prendere, anche in estate!

Secondi piatti: vado sul misto brace, anche perchè il loro enorme camino è alimentato a vera legna di montagna, eppoi hanno una azienda ci carne Romagnola Bio, Tagliata e Fiorentina da impazzire. Il mio assaggio: Salsiccia mista di cinghiale (voto 9); ciccia misteriosa che sarà il Filetto di Somarino di loro produzione (voto 10 e lode) ricordi al Piemonte dove i somari son gettonati; Pollo ruspante di loro produzione, una chicca per pochi (voto 10); Braciola (voto 8,5); Bistecca; Arriva una chicca, a sorpresa: Fegatino alla rete con alloro cotto alla brace, una delizia, voto 10 e lode. Trippa alla parmigiana, assaggiata, voto 9. Arrosti al forno. Girarrosto alla domenica. Trote alla brace ed al cartoccio ma solo su prenotazione, verranno pescate seduta stante e cotte per te, km zero, pochi metri direi. Puntare sulla carne.

Contorni: di stagione, ben fatti. Evidenzio le loro Patate di Montagna, ultra buone, voto 9. Fiori di zucca fritti in pastella, ottimi, assaggio, voto 8.

Nel Cestino: Pane casereccio di Premilcuore; Pane insipido Toscano cotto a legna. Inoltre Piada romagnola e piada fritta, favolosa!
Tortelli alla Lastra: compenso di patate di montagna con aglio e pancetta, sfoglia con acqua di cottura della zucca, parmigiano, noce moscata, cotti sul Testo sulla brace viva: voto 10 e lode, buonissimi.

I dolci: assaggi: Zuppa inglese, classica, ottima voto 9. Porcospino al caffè, buonissimo, voto 10. Crostate; Biscotti; Ciambella, tutto sullo stile romagnolo.

La carta dei Vini; e dell’acqua? Acqua sorgiva in caraffa, come in Francia. Piccola carta dei vini a prevalenza rossi.

Olio sale aceto: standard. Caffè; infiammabili: Standard.

Piatti consigliati: Cappelletti in brodo!
Miniere gastronomiche: Somarino. Ciccia Razza Romagnola.
PL; fa Pranzo Lavoro? No.

Verdetto finale: La Location, esterna 10; Il locale 10; Servizio 9. Voto globale sul menù 8-10; Il conto: 9.

“Sulla Porta”. Il locale vanta le Placche delle seguenti Guide:
4live.it
www.viaemiliaristoranti.it
Puoi anche provare: Locali recensiti sul ns. giornale/consigliati:
Il Cervo a Premilcuore (recensione 4live).
Taverna degli artisti a Tontola di Predappio (recensione 4Live).

Da vedere. Sull’area del Ristorante, spazio enorme da percorrere a piedi, chiedi info; noto un piccolo ponte di epoca romana sepolto dalle erbacce. Castel dell’Alpe (sede dell’Allevamento Bio Razza Romagnola, Ndr) ed i 3 Faggi a 930 mt. via di transito tra Romagna e Toscana, panorami imperdibili sulla Valle del Rabbi; Premilcuore un paesino medievale; Mulino Mengozzi, antichissimo, ha ripreso a funzionare (ad acqua!) nel 1993; La Grotta Urlante in località Giumella a pochi km da Premilcuore col Ponte Nuovo di Giumella; Monte Gemelli e Monte Bucine; Monte Tiravento e Torre di Montalto con l’antica fortificazione inespugnabile a 809 mt.; Fiumicello stesso con l’antica chiesina, l’allevamento delle Trote, l’Allevamento della pregiata Razza Romagnola di stanza al pascolo verso il Muraglione (chiedere info al Ristorante); il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, stupende ed in questo periodo, il bramito dei cervi in amore, da sentire.
Week-end in zona? Certamente si.
Hotel in zona? Potrete beneficiare delle camere e dépendance della location stessa, telefonare per tempo.

In definitiva Ristorante Fiumicello: Un’oretta da Forlì per godersi panorami mozzafiato, montagna fresca in estate, portare un giacchetto; mangiare bene ed in maniera sostenibile, questo è Fiumicello.

Gigi Arpinati