Ponte-nel-cortile

È finito sotto sequestro il ponte ciclo-pedonale sul fosso di Mercatale a Galeata su mandato dell’autorità giudiziaria competente. I carabinieri della Sezione Giudiziaria della Procura hanno consegnato ieri al responsabile dell’ufficio tecnico comunale il decreto del giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Forlì emesso l’8 settembre e quindi, fino a nuove disposizioni, l’accesso ai pedoni sarà interdetto.

In attesa di conoscere le precise motivazioni dell’autorità giudiziaria tormentata vicenda del ponte di Mercatale, partita con l’inserimento dell’opera nel piano triennale delle opere pubbliche, opera però sempre contestata duramente da Donatella Campini, residente a fianco della struttura, che si era incatenata l’11 settembre 2018 al cancello della sua proprietà per fermare il passaggio dei mezzi e degli operai della ditta affidataria dei lavori ed erano dovute intervenire gli agenti della polizia locale anche se poi i lavori sono andati avanti ugualmente.

Il nuovo ponte del valore di 200.000 euro che sorge a fianco della piccola chiesa della Madonna del Ponte, fatto saltare nell’autunno del 1944 dai Tedeschi fu inaugurato nel poco più di un anno fa e intitolato a Dante Alighieri. La sindaca Elisa Deo ha sempre contestato ai privati di essersi appropriati di terreni della collettività, mentre la famiglia Campini si è difesa con denunce e segnalazioni alla procura e alla prefettura.