Blu Bar Ristorante

0

Blu Bar Ristorante
Indirizzo: via Enrico Fermi 4 a Forlì
Recapiti tel 0543/094997
Giorno di chiusura: sabato e domenica (il bar resta aperto di sabato)
Orario di esercizio: solo pranzo (cena solo in rare occasioni). Chiusura per ferie: mai
Si può prenotare.
Come arrivare/itinerario consigliato: portarsi nella Zona Industriale di Forlì: cercare la strada di comunicazione Via Fermi, lo trovi sul lato delle concessionarie auto. Consigli sul parcheggio: antistante.
Il locale è climatizzato e ha un dehor con una ventina di coperti.

Il Blu Bar Ristorante è una nuova attività spuntata come un fungo sulla zona industriale di Forlì. Siamo in Via Enrico Fermi, laterale posta a nord sulla zona produttiva forlivese, la trovi se vai verso l’autostrada, ci passi davanti, una strada importante ricca di attività, concessionarie auto, bar e ristoranti.

Gagliano Amadori è il titolare di Blu Bar Ristorante, giovane imprenditore che ha deciso di mettere in piazza, in arte, persone dedite al bar, tabaccheria, e ristorante, quest’ultimo gestito autonomamente dalla Valeria Mularoni, lo chef. Blu bar è aperto da dicembre 2019 e ha già vissuto anche la dura chiusura del Covid, una partenza non senza intoppi.
Valeria Mularoni si occupa della Cucina, dagli acquisti fatti personalmente e con materia prima presente sul mercato, evitando sempre i “fuori stagione” (scelta oculata ma anche economica!) alla composizione dei menù, al budget steso di vendita (troppo basso), argomento che toccherò più volte, davvero encomiabile. Non mi piace mettere mano sui prezzi (ma parlare di qualità) ma un primo, un secondo, un contorno, acqua e vino, dolce e caffè, di ottima qualità, posto al pubblico a sole 12,50 euro è un’allettante occasione per il famoso principio qualità/prezzo.

Il curriculum professionale di Valeria Mularoni è degno della gavetta più assoluta: incomincia, appena 14enne, a lavorare in Mensa Bartoletti come “lavapentole”, quindi diverse esperienze, anche in locali al mare, lavori molto duri. Ha lavorato al Circolo La Scranna di Forlì, quindi il passo autonomo imprenditoriale, apre a Bertinoro il ristorate Oro Colato che, a suo dire, sarà la rappresentazione dell’arte culinaria di lei stessa con una cucina creativa specie di pesce ed anche vegana. Questa fase durerà 6 anni. Oro Colato lo vidi esposto alla Festa Artusiana, anni fa. Valeria effettua anche corsi di cucina e anche chef a domicilio. Nei weekend collabora in cucina con il Bagno del Pino N° 312 a Mi-Ma, una vera stacanovista! La scelta dopo Oro Colato è questa, ovvero gestire la Cucina al Blu Bar. Dal lunedi al venerdi, solo a pranzo, tranne eventi programmati serali, oppure aperitivi serali, Valeria Mularoni è col cappellone da chef (sempre) in testa in cucina. Gli orari sono da mezzogiorno (ore 12,00) e chiusura sulle 15,00. Anche serate particolari come l’ultima, le Cozze & Mohito.
La sua definizione verso la fase di Cuoca è un senso di amore, la fatica fisica non gli pesa, bello sentire queste parole perché il suo lavoro è molto pesante, ripetitivo, se non hai una forza interiore non ce la fai, crolli: chi riesce in cucina lo farà solo grazie al dono dell’amore per quello che metterà nel piatto, non per l’atto fisico di fare da mangiare, concetti espressi da sommi maestri come Parizzi a Parma nel 1981 e che amo riportare. La riuscita delle ricette sono, oltre ai prodotti, il loro equilibrio, cosa non facile. Qui c’entra l’esperienza. L’utilizzo mirato di spezie ridotte in polvere, cosa già vista da alcuni chef, prevede il caffè, lo zafferano, i capperi, la cioccolata fondente e la liquirizia. Molto spazio tra i tavoli, ottime misure per il Covid 19.

Dimensione del locale: Media dimensione, 50 coperti, struttura nuovissima, moderna, da passaggio.
Arredamento moderno. Servizi igienici nuovi e puliti.
La Cucina: nuovissima, razionale.
Direzione/Chef: Maestro Chef Valeria Mularoni.
Target del locale $$$: medio

Descrizione Menù.

Il Menù, specifico che si tratta di un PL, Pranzo Lavoro (ad un prezzo veramente basso) viene fatto giorno per giorno, rinnovato quindi quotidianamente. Questo è il menù sul quale abbiamo fatto articolo ed assaggi:
Penne pere gorgonzola liquirizia, assaggio, massimo dei voti (9,5)
Paccheri salsa di pane e briciole croccanti;
Bavette pomodoro basilico pancetta e ricotta stagionata;
Melone con formaggio Feta, mandorle e prosciutto in polvere, buono;
Scamone in carpaccio citronette;
Polpettine al sugo pomodoro, assaggiate, voto 8,5;
Panzanella alla Valeria con Tropea, tonno, basilico ecc. assaggiata, voto 8.
Blù Bar, piatto unico insalata tonno mozzarella.
Dolci, notevoli: Crostata, biscotti anche al cacao fondente, farciti vari: voto 9+.
Gelato in coppa.
– Primi piatti: Segnalo: Tagliatella taleggio nocciole polvere di caffè, buonissima. Risotto mirtilli freschi gorgonzola, di rilievo. Risotto con birra scura artigianale
– Secondi piatti: come da descrizione PL, menù del giorno.
– Contorni: oltre a quelli elencati, melanzana affumicata e con liquirizia adagiata su burratina. Melone marinato con Paprika affumicata e zucchero di canna, adagiato su letto di mousse di ricotta.
– Pizze: a volte si può mangiare la pizza.
– Nel Cestino: pane fatto in proprio, buonissimo: assaggiato quello con la Curcuma, voto 8,5.
– I dolci: memorabile Zuppa Inglese; si legga sul menù del giorno.
– Caffè/Invecchiati e “Infiammabili”: standard.
– La Cantina: Etichette; Carta dei Vini/Carta dell’Acqua? Piccola cantina con buone etichette; vino della casa, discreto. Acqua demineralizzata, a richiesta in bottiglia.
– Oli in tavola, aceto; le spezie: standard.
– Note sul menù; Piatti consigliati: Pesce.

Verdetto finale:

Location (il posto sull’esterno): 6,5
Ambiente del locale: 7,5
Servizio: 9+
Voto globale/media Menù: da 8 a 10 più lode del caso.
Il voto del Conto: 10 e lode.
Fa il PL: Pranzo Lavoro? Si, imbattibile per qualità/prezzo.
“Sulla Porta”: il locale vanta le Targhe, “Placche”, di queste Guide:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti” www.viaemiliaristoranti.it
Puoi provare anche questi Ristoranti”:
– Ruggine, sulla zona industriale di Forlì (in lista per una recensione)
– Cosa c’è da vedere in zona? Adiacente alla zona industriale verso la Ravegnana segnalo la bella chiesa “Pieve della Modonna di Santa Maria in Acquedotto”.

Gigi Arpinati

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome scegliere un’auto: gli aspetti da tenere conto
Articolo successivoA Predappio la storia è tutta da “esplorare”
Sono un 65enne con 43 anni di attività professionale sulle spalle. Per divertimento mi avvicinai alla cucina, poi un magnete mi attirò verso la passione sui Ristoranti. Il caso volle che divenni un segnalatore per la guida di Veronelli, "I Ristoranti di Veronelli". La mia vita professionale mi ha portato a girare Italia e Francia. Sono un curioso che ha sete di notizie. Riservato ed anonimo, sempre!