Ristorante Trattoria degli Artisti

0

Nome del Locale: Ristorante Trattoria degli Artisti
Indirizzo: via S. Pietro 31 a Tontola di Predappio (FC)
Recapiti tel. 0543/945030
Giorno di chiusura: lunedì e martedì.
Orario di esercizio: pranzo e cena.
Chiusura per ferie: 15 giorni a luglio e chiuso dopo la Befana.
Si può prenotare? Si.
Il locale è climatizzatoe ha un piccolo dehor esterno. Sala sul boschetto retrostante e ‘chiacchieroso’ sul fiume Rabbi.

Come arrivare/itinerario consigliato: portarsi da Forlì sulla statale per Predappio: proseguire verso Premilcuore, dopo Predappio, a 5 km circa troverai il locale. Consigli sul Parcheggio: antistante.

La trattoria degli Artisti vanta apertura datata febbraio 1997; precedentemente un altro gestore che avrebbe anche attribuito il nome originale. Col tempo la struttura si sposta dalla vecchia vetusta sede a quella attuale, rifatta come muratura dal padre della titolare, un bel regalo alla figlia. Sono già 11 anni di presenza sulla nuova sede.

Maria Rosa Mercadante e il suo ragazzo, Franco Gianesi che collabora ai tavoli, seguono l’attività come nuova gestione, calandosi nel lavoro ed attingendo il know-how dalla vecchia gestione (che non amavo particolarmente Ndr), lavorando sodo e superando anche gravi difficoltà come la prematura scomparsa del loro cuoco che portò ad un nuovo cuoco professionista, quello attuale, Nicoletta Fani, divenuta a ragione e meritocrazia, anche socia. Ecco in sintesi la radiografia aziendale, un’attività che funziona, con professionismo, compiti designati, scelta del menù con materie prime selezionate, menù lavoro azzeccato (ormai è una prassi per “riempire” più che guadagnare).

Cucina prettamente romagnola e siamo sulla dorsale appenninica una zona favolosa che invito a frequentare, strade non affollate che sinuosamente portano in Toscana. Specializzazioni del Menù che ho suggerito implementare e portare a riferimento: Funghi, Tartufi ed i Carciofi, tutto secondo stagionalità. Sui funghi abbiamo potuto assaggiare due volte i porcini freschi, siamo rimasti a bocca aperta per la bontà e qualità del prodotto, esecuzione da manuale. Sui Tartufi, l’oro della tavola, il locale si appoggia a fornitori storici e in base alla reperibilità del periodo con gli alti e bassi che questi golosi tuberi portano con essi, e col portafoglio. I carciofi, novità come descritta da Maria Rosa, un prodotto che merita attenzione (qui la troverai): la mia esperienza va al Mugello la mitica trattoria Marisa, che del Carciofo fece un must: fritto in pastella!

Trattoria degli Artisti, sempre secondo stagione, ti proporrà carciofi per tutti i gusti: pastellati; fritti; in insalata; in carpaccio; sformatino; ecc.. Su prenotazione troverai anche una ottima Paella, esecuzione classica con carne e pesce. Tutti i primi piatti sono fatti-in-casa, davvero ottimi. I secondi riprendono la cultura mangereccia romagnola, quella di una cucina di terra, così importante in tutto il mondo.

Dimensione del locale: locale rifatto a nuovo, ampio.

La Cucina: Cucina romagnola, prevalentemente di terra.
Direzione/Chef: Maria Rosa Mercadante; Chef Nicoletta Fani.

Target del locale $$$: medio.

Descrizione Menù.
– Antipasti: Bruschette vari tipi, consigliamo con Porcini, da non perdere: assaggio voto 9. Fiori di zucca fritti in pastella, assaggio, voto 8,5. Carpaccio porcini grana; salumi e formaggi locali.
– Primi piatti: Tagliatelle ai porcini, assaggio, voto 9 alla taglia e 9,5 ai porcini. Ravioli ricotta spinaci B & S (assaggiati) voto 9. Strozzapreti classici al ragù, assaggiati voto 8. Cappelletti ragù, voto pasta 8 e ragù 9. Tortelli di melanzane.
– Secondi piatti: Ampia scelta di carne: fiorentina, tagliata, carpaccio cotto, bistecca tradizionale, straccetti di manzo: tutti di valore, voti alti. Arrosti vari.
– Contorni: di stagione.

– Nel Cestino: Piada di loro produzione (ottima); pane montanaro.
– I dolci: Tutti fatti-in-casa, evidenzio seguito assaggio del Torroncino nocciola con cioccolato fuso, voto 8.
– Caffè/Invecchiati ed “Infiammabili”: scelta standard, sufficiente.
– La Cantina: Etichette, Carta dei Vini/Carta dell’Acqua. Beverino il vino della Casa. Sul vino sfuso resta immutata la mia teoria: evitare a priori; tuttavia qui merita attenzione. Essendo su entourage Predappio immancabile presenza di Sangiovese/noto alcune mezze bottiglie.
– Olio, aceto, spezie: oggi l’olio in tavola è stato sostituito da bustine monouso, glissiamo sul concetto e bassezza del prodotto. Comunque troverai, a richiesta, ottimi oli in bottiglia, col post-Covid19 sarà il cameriere a condirti il tuo piatto, tu non puoi toccare la bottiglia.

Piatti consigliati: Funghi porcini. Tortelli.
Chimere gastronomiche: Porcini.

Verdetto finale:
Location (il posto sull’esterno): 7
Ambiente del locale: 8
Servizio: 9
Voto globale menù: 9
Il voto del conto: 9,5

Fa il Pranzo Lavoro? Si, a soli 13 euro.
“Sulla Porta”: il locale vanta le Targhe, “Placche”, di queste Guide:
– 4live.it
– Via Emilia Ristoranti www.viaemiliaristoranti.it

Puoi provare anche questi altri Ristoranti in zona:
– Il Cervo a Premilcuore.
– Locanda Appennino a Predappio.
In definitiva: immancabile a pranzo; rilassante la sera.

Gigi Arpinati