Locanda di San Martino di Rimini

0

Locanda di San Martino
Via Emilia, 228 Rimini
Recapiti tel. 0541/680127
Giorno di chiusura: lunedì.
Orario di esercizio: pranzo/cena.
Chiusura per ferie nel periodo di fermo pesca!
Si può prenotare? Si, necessario nel weekend.
Il locale è climatizzato e ha un dehor.

Come arrivare/itinerario consigliato: Portarsi sulla SS9, la via Emilia, direzione Rimini: puoi scegliere, se arrivi da nord, es. Forlì, di uscire a RN Nord oppure prima al Casello By Ikea; a quel punto vai sulla statale, arriverai al paesino di Santa Giustina, prendi per Rimini, pochi km e davanti ad una Stazione Esso troverai la struttura.
Consigli sul parcheggio: antistante ed attiguo di loro proprietà.

È il primo locale in recensione dopo il fermo da Covid-19. Un evento che ha fortemente minato la ristorazione. La titolare confida che i 75 giorni di fermo per pandemia han segnato l’azienda: mancato introito e spese fisse, uguale economia azzerata. Una “botta” da cui dovranno riprendersi in fretta. 

San Martino, Ristorante di solo pesce che conosco: un mio segnalatore riminese, “Giorgione”, ricorda i vecchi piatti che fecero grande questa Osteria: le vongole coi cannellini, i fagioli con le cozze, tutti in umido; gli antipasti e, soprattutto, l’immancabile risotto di pesce!
Locanda-Osteria, il target: cucina di solo pesce con prezzi abbordabili, ma non amo scrivere sul costo quanto sul piatto. L’intervista è con Chiara, la moglie di Cochi, 22 anni di matrimonio vissuti sul locale, di loro proprietà; assieme al cugino, ed altre maestranze. Lo seguono dal 1992, siamo alla quarta generazione. In passato ci fu anche la gestione della famiglia Spada. Macigno sullo scrivere, la provenienza ex Lurido di Rimini, il celebre mito adiacente Ponte di Tiberio che ha chiuso, da noi recensito: qui alla Locanda San Martino alcuni parenti portano avanti la tradizione mangereccia costruita in decenni. Un testimonial da esibire con orgoglio su quanto fu fatto “Al Lurido”, tutto basato sul pesce povero, da me amato e ricercato, non proprio “regalato” se vogliamo, oggi così di moda. La cucina romagnola, che è prettamente di terra, qui si veste di pesce “povero”, semplice e ghiotta, questi ragazzi ci stanno riuscendo.

I menu interessanti. Risotto alla marinara al sugo rosso, fatto con ragù di pesce, ricetta dei vecchi marinai, da non perdere. Gli antipasti sia caldi che freddi: romagnoli doc, piatti apparentemente semplici come la Seppia coi piselli, le celeberrime lumachine in umido, le cozze e vongole alla marinara, la zuppa di legumi col pesce, insalata di seppia con patate e fagiolini, polipo in insalata con sedano e radicchio rosso, il San Pietro alla Catalana con la Tropea (fiore all’occhiello la Tropea: Lurido!) le canocchie lessate, calamaro al forno, straccetti di gamberi con rucola e peperoni al balsamico, le veraci con fagioli, le mazzancolle al sale, così li abbiamo citati tutti. C’è da impazzire con questo ben di Dio. Massimo dei voti.

I primi piatti: Pasta fresca fatta al mattarello: Tagliolini (non tagliatelle) gamberi e zucchine; strozzapreti allo scoglio (assaggiati, voto 9,5); panzerotti alla marinara; risotto alla marinara, quadretti con seppia (tipo Manfrigul dell’Artusi, eccezionale).
I secondi: impera il pesce dell’Adriatico. Potrai gustare la Grigliata, la frittura mista, gli spiedini, il mitico Brodetto, pesce al forno, il pesce azzurro così saporito e ricco di Omega 3, sardoni ed acciughine, le sogliole.
Sul bere un’altra novità: rivedo il Verdicchio marchigiano utilizzato dal Lurido, tantè che il fornitore è sempre lo stesso, un vino sfuso eccezionale, ma la mia diffidenza sullo sfuso resta immutata ed ho i miei motivi: evitare, tranne qui.

Una nota sul menù: solo pesce, niente tuttologia come nei posti turistici o in quei locali malsani con dozzine di pietanze per ogni voce, qui poco e specifico pesce! Devi essere accorto sulla lettura del Menù, il “Copione” che il Regista in cucina vuole proporti, dev’essere snello. La riapertura post Covid-19 ha imposto piatti da farsi al momento, si traduce come meno disponibilità sul menù, una garanzia in più di freschezza e genuinità.
La chiusura avvenuta l’8 marzo e l’agognata riapertura del 19 maggio sono stati una seria “batosta” economica. Il coraggio di questi giovani imprenditori lo troverai nel piatto, con la loro storia, la loro tradizione, e riporteranno in auge il locale.

Dimensione del locale: bella ed ampia struttura, media portata come numero di coperti, ben tenuta, di loro proprietà.
Arredamento, tavola; servizi igienici: arredamento di buon livello con tavola in legno massiccio, tovaglia in tessuto. Tovaglioli di carta. Servizi igienici nuovi, ok, puliti.

La Cucina: solo di pesce e dell’Adriatico, una bella peculiarità, una chicca di pochi locali, qui si vede il riflesso della passata gestione del Lurido di Rimini.
Direzione/Chef: Chiara e Cochi.

Target del locale $$$: Medio.

Descrizione Menù.
– Antipasti: Si legga più sopra. Abbiamo assaggiato Sanpietro alla Catalana con cipolla Tropea: un must ricorrente sul Lurido che fu il primo a introdurre la Tropea sul pesce. Buonissimo, voto 10 e lode, più menzione speciale. Insalata di Polipo con sedano e radicchio rosso, voto 9,5. Insalata di seppia con patate e fagiolini, voto 8. Sardoncini Marinati, voto 10 e lode. Arriva anche una bruschetta al paté di pesce: tonno, gamberi, alici, capperi: buonissimo, voto 9. Antipasti Caldi: una tipicità riminese, sempre il cliché del Lurido presente nel piatto. Non mancare le cozze e vongole alla marinara; il calamaro al forno; le mitiche lumachine; la seppia con piselli; le vongoline con fagioli (un must); la mazzancolle al sale!; Massimo dei voti.

– Primi piatti: evidenzio Quadretti con la Seppia, tipo Manfrigul dell’Artusi, stupendi. Strozzapreti con Canocchie al sugo rosso, delicato, buonissimo, voto 10. Panzerotti alla marinara: un raviolo, tipo mezzaluna, con compenso pesce con sugo marinara rosso. Risotto alla marinara, da non mancare. Tagliolini (non tagliatelle) gamberi e zucchine.

– Secondi piatti: Vige la regola del “Pescato del giorno”, serietà, tant’è che col Fermo Pesca il locale chiude per ferie! Evidenzio: Grigliata mista; Frittura mista; Brodetto; Spiedi di Sardoni (eccezionale); Sogliole ai ferri; ecc. Massimo dei voti. Spezzo una lancia sul pesce azzurro, menzione speciale.
– Contorni: Verdura ed Insalata raccolta nell’adiacente campo, di loro proprietà! Rarità da tener conto! Voto 10 e lode, più menzione.

– Nel Cestino: pane locale e piadina di loro produzione. Buonissima la piada.
– I dolci: Mascarpone; Panna cotta; Semifreddo al croccantino: tutti buonissimi. Ma il Latte alla Portoghese, di cui vantano antica ricetta da Monaci, in monoporzione, sarà buonissimo: ricorda la Mirola di Lugo (li cito vista la distanza), vedrai che sarà da “bis”: voto 10 e lode.
– Caffè / Invecchiati ed “Infiammabili”: Buona scelta.
– La Cantina: Etichette; Carta dei Vini/Carta dell’Acqua? Spezzo una lancia sul Vino della Casa, lo “Sfuso”. Si tratta di un Verdicchio doc, lo stesso fornitore che era presente al Lurido di Rimini! Sarà una fortuna per te se lo ritroverai nel bicchiere. Voto per il vino Sfuso: 8,5! (comunque in genere diffidate sempre dello sfuso e preferite la bottiglia, tranne qui). Acqua in tavola: niente di meno che la Plose! Eccellenza anche da questi dettagli, non di secondo piano. Voto idrico: 10 e lode.

– Oli, aceto; spezie: Olio di San Patrignano dop, una chicca! Voto: 9+.
– Note sul menù; Piatti consigliati: Tutto il pescato del giorno ed il pesce azzurro. Latte portoghese.
– Chimere gastronomiche: l’utilizzo della Cipolla di Tropea sul pesce, e Lurido fu il primo a fece scuola. Pesce povero, così bistrattato ed importante. La piada riminese. L’insalata raccolta nell’adiacente campo!

Verdetto finale:
Location (il posto sull’esterno): 7,5
Ambiente del Locale: 9
Servizio: 9
Voto globale/media Menù: da 8 a 10 più Lode del caso.
Il voto del Conto: 9.
– Locale del Cuore? Si.
“Sulla Porta”: il locale vanta le Targhe, “Placche”, di queste Guide:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti” www.viaemiliaristoranti.it
– Guida Gran Premio Internazionale della Ristorazione.
Puoi provare anche questi Ristoranti: (recensiti/in arrivo):
– Club Nautico a Rimini (in recensione); La Puraza sulla SS Rimini-RSM (recensito); Portolotto a San Giuliano Mare RN (recensito); Delinda, sulla SS.

Gigi Arpinati