L’inutile controllo

0
Letture: 4836

Il 3 settembre l’Agenzia Regionale per l’Ambiente ha effettuato i prelievi di routine per il controllo microbiologico delle acque di balneazione a tutela della salute pubblica nello specchio d’acqua riminese denominato “Marecchia sud”. Specchio d’acqua balneabile classificato da Arpae, per il secondo anno consecutivo, di qualità “scarsa”. Il 4 settembre, dopo un avviso Arpae di pre-allerta, i risultati delle analisi confermano uno sforamento dei limiti di legge: superati di quasi 14 volte per quanto riguarda gli Enterococchi e oltre 4 per gli Eschierica coli. Disposta quindi dall’amministrazione comunale su richiesta dell’ASL, la chiusura temporanea della balneazione per motivi igienico sanitari a tutela della salute pubblica. Lo stesso giorno vengono effettuati nuovi prelievi che mostrano risultati ancor peggiori: quasi 14 volte oltre i limiti di legge per gli Eschierica coli e 40 volte per gli Enteroccocchi. Quaranta!
Dalle immagini del 4 settembre effettuate in loco dalle 15,00 alle 15,30 non è stato però rilevato alcun cartello come la legge impone, posizionato in battigia nelle “immediate vicinanze” dell’acqua di balneazione, al fine informare le persone dei pericoli per la loro salute.
Cliccare sull’immagine per vedere il video.