naima club forlì

L’associazione Incontro Senza Barriere nasce nel 1998 a Forlì, con lo scopo di facilitare, motivare e incoraggiare alla pratica sportiva le persone con disabilità, facendone non solo un’attività, ma anche un’occasione di incontro fra ragazzi, genitori e volontari.
L’associazione propone dal 1997 attività sportive e ricreative per persone con difficoltà di apprendimento, di relazione e motoria. I suoi obiettivi principali sono l’inserimento, l’integrazione alla vita sociale del territorio forlivese e il miglioramento delle capacità motorie e psico attitudinali di base nella consapevolezza che ognuno è dono per l’altro. Ma esattamente come è nata?
Tutto nasce dall’incontro di Michela Dall’Agata e Antonella Frangella, che si sono conosciute vivendo due esperienze di lavoro completamente diverse (una proveniva da un’esperienza sociale e l’altra da un’esperienza nell’ambito sportivo) e hanno deciso di unirsi e iniziare a fare qualcosa per aiutare gli altri.
Una grande risorsa di questa associazione, sono i volontari, che aiutano alla realizzazione delle attività e si affezionano sempre di più ai ragazzi con cui hanno a che fare, ed è bello vedere che lo fanno perchè lo vogliono e non perchè devono farlo.
Quest’anno l’Associazione compie 20 anni, e per festeggiare questo evento ha organizzato il suo compleanno sabato 5 maggio al Naima Club di via Somalia 2 a Forlì, un modo per festeggiare insieme a tutte le persone che hanno avuto un contatto o che tutt’ora vivono esperienze all’interno dell’associazione.
Per l’occasione l’I.S.B. ha creato anche un librocreato e curato da Patrizia Casamenti e Antonella Frangella, utile per raccontare i 20 anni con foto rappresentative: verrà presentato a partire dalle ore 18,00, prima dell’aperitivo a buffet accompagnato da musica dal vivo con i “Mobius”. Seguirà la presentazione del libro il concerto dei Mokaclub, che inizierà alle ore 22,00.
Durante la festa verranno inoltre presentati un video a cura di Gianluca in arte Naphta e un libro presentato da Andrea Vasumi, comico di Zelig. Nel corso della serata verrà allestita la mostra fotografica di Paolo Vallicelli.

Sara Sartoni

CONDIVIDI
Articolo precedente"La leggenda di un amore" al Testori
Articolo successivoExpo Elettronica 2018
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).