Facebook-e bufale

Non finiscono più. Le bufale sono peggiori dei virus che si vogliono combattere. Oggi ho ricevuto più di una decina di messaggi su messanger che mi avvertiva di questa nuova catena di Sant’Antonio ‘farlocca’: “Si prega di dire a tutti i contatti della tua lista Messenger, di non accettare il contatto di Anwar Jitou, è un hacker che ha il computer collegato nel tuo account Facebook. Se uno dei tuoi contatti lo accetta, sarai anche hackerato, così fai in modo, che tutti i tuoi amici lo sappiano. Grazie, buona serata!!!”. Non esistono hacker che possono hackerare il computer solo se gli dai l’amicizia su Facebook. Siete invitati pertanto ad interrompere questa catena di condivisioni: in Italia ci saranno pochi Anwar Jitou (il messaggio infatti è stato copiato e incollato da un altro paese ndr), ma immaginiamo i problemi che si saranno trovati tutti gli omonimi. Magari fosse stato indicato un Paolo Rossi o un Marco Bianchi per qualche secondo forse questa bufala sarebbe stata più credibile.