Ristorante Casa Cecco

0

Ristorante Casa Cecco
Indirizzo: Via Malfiano, 11/A – Viciomaggio (AR)
Recapiti tel. 0575 – 44 12 69

Giorno di chiusura : domenica sera e tutto lunedì
Orario di esercizio: pranzo/cena
Si può prenotare e accetta tutte le Carte di Credito.

Locale climatizzato? Non ha sale all’aperto.
Parcheggio: antistante.

Come arrivare/itinerario consigliato: Dal casello autostradale di Arezzo esci e volti a destra, se fai caso vedrai pure un cartello segnaletico. Seguendo indicazioni sali un po’ ripido, su una piccola collina, ricca di ulivi, paesaggio celeste o verde, arrivi in questo borghetto. Vedrai il parcheggio a pettine ed il locale te lo trovi in faccia.

Conosco il locale, non ci capito spesso, approfitto del weekend essendo in zona. Una volta uscito dal casello autostradale di Arezzo, volti a dx e prendi la stradina che si inerpica sul borghetto della frazione di Viciomaggio.
Ti accompagna un panorama soft, tanto verde ed ulivi di quelli dal frutto “lungo”, piantagioni ex-novo, messe a rimirare il sole; i caseggiati che trovi in zona sono tutti stupendi, dell’800, ben ristrutturati, come il locale, bellissimo, pietra grigia toscana a vista, tutto nuovo, ma sembra un piccolo castello.
All’interno del Ristorante: come entri ti imbatti nel “calore” di un camino di quelli seri, sarà poi quello dove potrai rimirare la tua enorme fiorentina (alta cinque dita!) cuocere a fuoco lento e con una brace di legna toscana doc: una delizia se pensiamo a quante povere fiorentine rovinate su orribili piastre elettriche! (a Larderello ebbi una grande delusione; capita sui locali turistici).
L’accoglienza è quasi da “castellana”: dalla cucina, di non enormi dimensioni ma ben a vista (senza segreti).

La gestione è familiare: i due coniugi, la suocera e una sorella, il classico quadretto di attività familiare, una forma di attività in fase di estinzione. Tutti toscani purosangue e, senza razzismo, nessun “forestiero” in cucina. La cucina è 100% toscana e con ottimi piatti: abbiamo provato i tortelli di patata (voto 9+) al ragù di chianina (voto 8,5); meravigliosa la fiorentina (10 e lode); ci portano dei carciofi toscani e dobbiamo assegnare un voto 9 per un “semplice piatto”, ricordando la rarità della semplicità. Il tagliere dei formaggi è ricco assai: vanta una carta a se stante per i pecorini; anche gli affettati non son da meno. I dolci sono stupendi ma quello che vorremmo segnalare è il Panforte fatto-in-casa, una delizia che sarà fatale, certo il bis.
Grande scelta di vini rossi: siamo in Toscana, vivaio, ci mancherebbe. Il vino della Casa è da bottiglia aperta davanti a te, non “sfuso”. Classe. 

Dimensione del locale: media con due calde ed intime salette.
Arredamento e tavola: rustico ma elegante, tavolo con tovaglia e sotto-tovaglia; sedia in legno con imbottitura, bene.
Servizi igienici: razionali, ottimi.

La Cucina e l’area operativa: non molto grande, parzialmente a vista, pulita.
Eventuali note sulla cucina: Cucina toscana.

Target del locale $$$: medio/medio-alto.

Descrizione Menù:
– Antipasti: Crostini toscani, immancabili, golosi (massimi voti); Uova di quaglia al tartufo; Tavolozza di formaggi pecorini locali e “stranieri”: Pienza (apriti cielo); sardo; Fighetto… cioè affinato in foglie di Fico; Pecorini stagionati su uvaggio e noci (massimi voti). Tagliere degli affettati misti (ottimo).
– Primi piatti: Zuppa di cavolo nero e fagioli (buonissima); Risotto con pecorini di grotta e tartufo; Tagliolini al tartufo; Tortelli di patata al ragù di Chianina (Tortelli, voto: 9; Ragù, voto 8+).
– Secondi piatti: Salsicce e carne alla brace; Fiorentina alla brace (cotta magari vicino al tavolo, massimi vote e lode); Filetto in vari modi e con tartufo.
– Contorni: di stagione; carciofi toscani (voto 9); fagioli “Zolfini Igp”.
– dolci: Panforte fatto in casa: eccelso (voto: 10 e lode e menzione speciale); dolci della Casa (ottimi).
– Nel cestino: Pane Toscano insipido (Voto 10).
– La Cantina/Carta dei Vini? Rossi importanti, tutti toscani.
– E la carta, dell’Acqua! Nella norma.
– Olio, sale, pepe: Ottima scelta di oli toscani, e il panorama esterno è promettente!

– Note sul menù/Piatti consigliati: Tartufo; Fiorentina; Panforte casereccio.

Miniere gastronomiche: Pane Toscano; Fiorentina; Panforte casereccio.

Verdetto finale
Location (esterno): 10; Ambiente (Locale): 9; Servizio: 8+; Menù: 9; Conto: 8.

– Locale del Cuore? Si, alla grande, in faccia al camino con Lei e mi dirai…
– PL = Effettua il Pranzo lavoro? No.
“Sulla Porta”: il locale vanta queste “Placche”:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti e contorni” www.viaemiliaristoranti.it
– TripAdvisor

– Cosa c’è da vedere: tutto l’aretino e Arezzo città.
– In definitiva: ottimo per pausa lavoro, golosa pausa; ideale per cene intime al calduccio del caminetto.

Distanze chilometriche, da FO: 145 km.