cane-guida

Domenica 21 maggio, alle ore 11,00, nella zona antistante i Musei San Domenico in piazza Guido da Montefeltro a Forlì, si svolgerà la cerimonia di consegna del cane guida Portos al non vedente Michele Perrone. Questo evento concluderà un service del Lions Club Forlì Host iniziato due anni fa durante la presidenza di Cinzia Brunelli. Sarà un momento molto importante per il Club forlivese durante il quale verrà ribadito l’impegno per prevenire la cecità nel nostro paese e nel mondo, uno dei compiti più importanti portati avanti a livello internazionale dalla Fondazione Lions Club Internazional. “Attualmente il numero di ciechi nel mondo si aggira sui 45 milioni – ricorda Nicola Mangione presidente in carica del Lions Club Forlì Hoste, in almeno l’ottanta per cento dei casi la situazione è reversibile o prevenibile. Per questo ci impegniamo a tutte le latitudini nella campagna globale per eliminare la cecità prevenibile. Si consideri che milioni di persone sono cieche a causa di mancato intervento alla cataratta in quanto vivono in zone dove l’assistenza sanitaria ed oculistica è inadeguata o inesistente. Ed è per questo che attraverso l’apposita fondazione riusciamo a fornire ad alcuni paesi dell’Asia e dell’Africa strumenti moderni, ospedali attrezzati e ad addestrare il personale. A Forlì, da almeno una quindicina d’anni – conclude Mangione – concorriamo anche alla raccolta di occhiali da vista usati che possono essere rigenerati e distribuiti a persone in stato di bisogno non solo nei paesi in via di sviluppo“.
Quando alla cecità non si può porre rimedio – precisano Cinzia Brunelli e Claudio Sirri rispettivamente past president e segretario del Lions Club Forlì Host – aiutiamo i non vedenti donando loro cani guida come avverrà domenica mattina. Grazie all’impegno di tutti i nostri soci completiamo un service impegnativo sotto tutti gli aspetti, compreso quello finanziario avendo impegnato 12 mila euro del nostro bilancio“.
Per l’occasione sarà presente personale del Servizio Cani Guida Lions di Limbiate, sodalizio che è stato riconosciuto Ente Morale con decreto del Presidente della Repubblica italiana nel 1986, che con alcuni cani darà dimostrazione delle abilità raggiunte dagli stessi e delle tecniche di addestramento; ciò anche al fine di sensibilizzare e coinvolgere i cittadini forlivesi verso una giusta causa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTavolata di Quartiere
Articolo successivoFesta di compleanno dell’Associazione Anffas
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.