Giuseppe Pino

Crescere per linee interne, rafforzarsi per linee esterne: questo il modello perseguito con tenacia dalla “Pino Management”: ben chiaro, definito e delineato fin dall’avvio; lo scorso anno ad aprile 2016. E, visti gli ottimi risultati e performance ottenuti, ha deciso di proseguire su questa strada e con un processo di aggregazione di partnership di eccellenza che, verosimilmente, si concluderà nel corso del 2018. La prima fase d’incubazione e di prima accelerazione terminata a dicembre scorso -complessivamente durata circa 12 mesi- ha potuto contare sulla spinta propulsiva di “alleati strategici”, che ancora oggi la supportano nelle attività, e del calibro di: Confassociazioni, Anpib (Associazione Nazionale Private & Investment Bankers), Aifirm (Associazioni Italiana Finance & Industry Risk Managers), Forlì Self Storage Romagna.
A gennaio 2017, invece, ha stretto un sodalizio con AEMConsulting di Roma che le ha consentito di meglio strutturarsi nell’area “corporate finance”, con una rinnovata implementazione di servizi ed acquisizione di nuova clientela; ed oggi – sempre sulla medesima piazza romana – stringe una collaborazione con “ProcOut Srl”: società che, attraverso l’ottimizzazione dei processi di approvvigionamento, offre alle aziende servizi e soluzioni ad hoc capaci di assicurare maggiore competitività sui mercati ed agendo proprio nella corretta gestione del procurement.
Siamo nati nel 2011 – dichiara Sergio Giordano general manager e founder insieme a Francesco La Nave – e possiamo contare su un’esperienza nel procurement di oltre 25 anni presso grandi gruppi nazionali e multinazionali”. La nostra attività – continua Francesco La Naveci permette di fornire servizi altamente qualificati, mettendo a disposizione delle aziende competenze in processi di supply chain.”
“Proprio per questo – aggiunge Giuseppe Pino (nella foto), owner & founder della Pino Management & Consulting Studio – accogliamo con grande piacere questa nuova collaborazione e sinergia professionale, dopo averne bene soppesato il valore aggiunto, che insieme ci porterà al raggiungimento di nuovi obiettivi e traguardi. Assistere aziende ed imprese (ma anche del mondo della cultura) insieme a “tecnici esperti” della validazione ed efficientamento dei processi fra “costi e ricavi”; sicuramente avvalersi di una proficua e rinnovata opportunità strategica.
Il nostro target di clientela in ambito Corporate Finance – prosegue Antonio Esposito, director di AEMConsulting di Roma – è rappresentato tipicamente da aziende in crescita, che spesso hanno privilegiato l’aspetto tecnico-produttivo e commerciale, trascurando magari l’obiettivo di efficienza in termini economici, finanziari e organizzativi. Insieme a ProcOut, intendiamo implementare un servizio di advisory sinergico, che porti ad incrementare la creazione di valore per le imprese, e a liberare risorse. Le imprese saranno, di conseguenza, più interessanti per l’Investitore, con ricadute positive sulla valorizzazione aziendale”.
Accogliamo con vero entusiasmo questa nuova sfida professionale – conclude Sergio Giordano di ProcOut – che, da un lato, ci porterà a contribuire con attività caratteristiche del nostro core business tradizionale, dall’altra, sicuramente ci aprirà ad esperienze totalmente diverse ed altrettanto interessanti”.