La Lega Nord boccia la nuova società dei rifiuti

0
Letture: 659

Il capogruppo della Lega Nord Daniele Mezzacapo boccia la nuova società dei rifiuti deliberata nell’Assise Comunale forlivese, che secondo il consigliere del carroccio porterà un notevole aumento delle tariffe sulla raccolta dei rifiuti e non riserverà alcun beneficio ai cittadini. Arriva un enorme carrozzone, che il Pd si è confezionato e ha deciso di votare con il consenso addirittura di Forza Italia e delle altre forze d’opposizione – spiega Mezzacapo – ma sicuramente senza l’appoggio della Lega Nord che si è rifiutata di votare l’ennesima società pubblica destinata ad implodere come le precedenti”.
Il consigliere comunale del Carroccio ricorda, “che la politica forlivese di sinistra ha dimostrato in passato di non essere in grado di gestire il bene pubblico ed i soldi dei cittadini, il fallimento dell’Aeroporto Ridolfi, di Sapro, oltre alle numerose società inglobate in Livia Tellus che hanno ormai da anni i conti in rosso. Il Partito Democratico, ha gettato negli occhi della cittadinanza del fumo, promettendo che attraverso la nuova società “In House” si andrà ad incenerire sempre meno fino alla chiusura dell’inceneritore, ma gli stessi politici di sinistra hanno dimenticato che Forlì brucerà a breve anche i rifiuti della vicina Ravenna, pertanto non sarà possibile nel breve periodo dismettere il termovalorizzatore”. “La scelta della società in house – conclude Mezzacapo – è sbagliata e purtroppo i cittadini saranno costretti, tra qualche anno, a subire le conseguenze delle esagitate azioni del Partito Democratico forlivese, il quale su preoccupa, tramite progetti infondati, di ritagliarsi importanza in una Regione che oramai lo ha escluso da tutto”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUna nuova alleanza per crescere insieme: Procout
Articolo successivoRizòmata
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.