Fanzinoteca d'Italia Nuvole Parlanti a Forlì 2011 fanzinotecario Umiliacchi
Fanzinoteca d'Italia Nuvole Parlanti a Forlì 2011

Scoprire quali sono le novità, giorno dopo giorno, di questa prima edizione tutta da vivere nel segno della Nona Arte, a cominciare dall’omaggio al Ventennale, “Tracce: Ventennale di una passione forlivese” dedicato a quel periodo di creazione fumettistica che sono stati i primi anni ’90 a Forlì, per proseguire lungo il percorso diaboliko “Diabolik: aspettando i 50!” e tante altre iniziative.

Con “Nuvole Parlanti a Forlì” prende il via la manifestazione dedicata alla letteratura disegnata, un progetto di rete che vede coinvolte varie realtà socio-culturali del forlivese, un’azione di gruppo che permette ai vari enti interessati di partecipare ad un evento creato per presentare opere, talenti e idee del fumetto contemporaneo e no, attivandosi con iniziative culturali mirate che, accanto alla presentazione di opere, autori e temi dell’arte sequenziale, si propone di unire momenti di confronto pubblico e di riflessione, occasioni di intrattenimento e interazione dal vivo per i partecipanti.
La nuova proposta dedicata al mondo del fumetto e ai suoi autori, muove i primi passi, mettendo in cantiere l’intento di abbracciare varie sedi cittadine, grazie alle azioni di progettazione attivate in collaborazione con le Circoscrizioni, le Biblioteche di Circoscrizione, con alcuni Quartieri della città, con Centri Sociali e altre realtà socio-culturali forlivesi. Manifestazione ideata e promossa dalla prima struttura pubblica nazionale che si dedica alla ricerca, conservazione, studio e promozione dell’editoria fanzinara italiana, la Fanzinoteca d’Italia con sede a Forlì, “Nuvole Parlanti a Forlì”, vede in questa iniziale partenza la presenza di molti autori affermati, partecipazione di giovani esordienti, una decina di location espositive e di incontri, il tutto in un periodo di due settimane di eventi per l’intera cittadinanza.Questa nuova iniziativa è un invito pianificato per l’evento culturale fumettistico, tra autori, personaggi e fanzine del fumetto nazionale, nonché, un’occasione per incontrare gli sviluppi più significativi legati alla Nona Arte, oltre alla possibilità di rivolgere uno sguardo e un’attenzione particolare per tutte le produzioni fumettistiche che prendono corpo grazie alle influenze delle varie artisti. Non va dimenticato che, nello specifico, l’evento si pone come fine la valorizzazione delle risorse creative presenti sul territorio, grazie anche alla programmazione di iniziative messe in atto tramite la collaborazione partecipativa in rete con le varie realtà locali. Questa prima edizione si propone di offrire varie iniziative di genere per ampliare lo sguardo all’attuale situazione della letteratura disegnata, rivolto alla sua creatività, alle sue trasformazioni artistiche e produttive. Una inizitiva dedicata al Ventennale di un preciso perido fumettistico della nostra città, “Tracce: Ventennale di una passione forlivese” mette in risalto l’aiuto che due grandi fumettisti forlivesi, Davide Fabbri e Guglielmo Signora, apportarono in risposta alla domanda dei giovani di allora, adolescenti che oggi, grazie a quel valido supporto, sono professionisti del settore. Per l’occasione nella futura sede del Comitato di Quartiere Spazzoli, Campo di Marte, Benefattori, via Rinaldo Palareti 1/bis Ex-immobile “Lo Specchio”, sarà allestita una mostra consultabile dal 19 novembre al 3 dicembre, giorno dell’inaugurazione della sede, mentre per la serata di venerdi 25 novembre, dalle 20,30, si terrà l’incontro con Fabiola Ierardi i due autori e altri fumettisti. Mentre per i festeggiamenti di un grande personaggio nazionale vede le cinque Biblioteche di Circoscrizione allestire nelle sedi, dal 21 al 27 novembre, un Perkorso Diaboliko, proponendo all’attenzione del pubblico 5 iniziative dedicate ai prossimi cinquant’anni del nero personaggio: “Diabolik: aspettando i 50!”.Grazie alla partecipazione della Gulliver Cooperativa Sociale ONLUS, attività che che promuove l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati e disabili e che dal 1998 gestisce il circuito delle Biblioteche Decentrate per ragazzi del Comune di Forlì, Nuvole Parlanti a Forlì ha avuto al possibilità di inserire nel contesto bibliotecario un risvolto più marcato e disponibile nei confronti della letteratura disegnata, a differenza degli atteggiamenti poco cordiali che tipicamente tali realtà, in questi casi, espongono.Molto ricco il calendario degli eventi proposti che proseguono, sempre dal 22 al 27 novembre, con la mostra “Sarebbero Fumettisti Famosi” allestita in via G. Regnoli, 41 per merito della nuova associazione “Artisi in Circolo”, mentre al nuovo Centro Sociale della Libera Associazioni anziani Primavera, in via angeloni, 56, dal 21 al 28 novembre sarà visitabile la personale “Trallalaura” proposta delle “Nuvole Parlanti Giovani” con la presenza di lavori di Laura Fuzzi, una giovane promessa ventiduenne amante del disegno a tal punto che, con una semplice matita spuntata, riescie a dar vita al suo mondo interiore oltre a raccontare la vita reale. La Fuzzi, dopo il diploma, si è specializzata in disegno animato presso la scuola Biennale del Libro di Urbino, attiva illustratrice di libri per l’infanzia, pubblica fumetti e conduce laboratori di fotografia, fumetto e disegno per bambini e ragazzi. Per terminare, presso la sede della Fanzinoteca, via Curiel, 51, dal 14 al 30 novembre sarà visitabile nell’Atrio Espositivo la mostra “Fanzine: il lato oscuro del fumetto italiano”, nel contesto delle “Nuvole Parlanti alla Fanzinoteca”, con incontro aperto nel pomeriggio di venerdì 18 novembre.Per informazioni spazio apposito sul sito www.fanzinoteca.it oppure contattare fanzinoteca@fanzineitaliane.it

Fanzinoteca d’Italia Nuvole Parlanti a Forlì 2011

CONDIVIDI
Articolo precedenteE' l'ora del thè! E dei biscotti al burro
Articolo successivoSi parla di Robert Bresson al Saffi
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.