statistiche siti
4live Logo 4live Logo

Leggilo in 3 minuti

Dialetto e ricordi. Forlì di un tempo e quella di oggi

img of Dialetto e ricordi. Forlì di un tempo e quella di oggi
Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 15 novembre, alle ore 15,30, nella Sala ex Cinema Mazzini, in corso della Repubblica 88 a Forlì, verranno presentati i libri “I ricordi del Rione dei Pozzi Neri” a cura di Loretta Poggi, e “Zirudële” di Ermanno Vallicelli. Insieme agli autori interverranno Alvaro Attiani presidente CNA Pensionati, Gabriele Zelli autore delle prefazioni dei due volumi, e Radames Garoia che leggerà diverse zirudële.

La zona dei “Pozzi Neri”, compresa fra le vie Piave, Pelacano e Isonzo, è stata raccontata di recente in un volume curato da Loretta Poggi. L’area era denominata in questo modo per la presenza di enormi vasconi dove venivano sversati i liquami raccolti nel centro storico della città di Forlì. Un’operazione quotidiana che venne effettuata fino agli anni Sessanta del secolo scorso, che si è ridotta progressivamente con la realizzazione della rete fognaria ed è poi cessata. Una presenza, quella dei pozzi neri, così come il continuo andirivieni dei mezzi che venivano utilizzati per il lavoro che lasciavano una scia puzzolente di quanto trasportavano, che per decenni non è mai stata un incentivo per incrementare l’arrivo di nuovi residenti. Da questo punto di vista fu invece fondamentale l’insediamento nelle aree limitrofe delle aziende che, a partire dagli ultimi decenni dell’ottocento e in particolare all’inizio del Novecento, costituirono la prima zona industriale di Forlì, grazie all’arrivo della ferrovia, all’attività della stazione ferroviaria e dello scalo merci. In tempi più recenti nella stessa zona hanno costruito le proprie sedi alcune delle più importanti associazioni di categoria e di rappresentanza sindacale di Forlì.

I componimenti poetici in dialetto romagnolo di Ermanno Vallicelli pubblicati nel volume “Zirudële”, sono da considerare un ulteriore sforzo per mantenere vivo il dialetto romagnolo. L’autore si è avvicinato a questa forma espressiva da poco e senza pretese letterarie, semplicemente per mantenere impegnata la mente e per trasmettere alle nipoti la passione per il vernacolo. È stato un esercizio proficuo per ricordare il passato con la consapevolezza di aver condotto una vita operosa, con soddisfazione nonostante non siano mancati i momenti difficili e dolorosi. Per queste ragioni la CNA Pensionati Forlì-Cesena, presieduta da Alvaro Attiani, ha deciso di sostenere Ermanno Vallicelli per dare alle stampe le sue zirudële affinché potessero essere condivise con il maggior numero di amiche e amici, nonché con i cittadini forlivesi.

Nell’occasione il libro “Zirudële” verrà consegnato in omaggio ai presenti fino ad esaurimento delle copie disponibili, mentre quello sul Rione dei Pozzi Neri sarà in vendita a 10 euro. Ingresso libero.