statistiche siti
4live Logo 4live Logo

Leggilo in 2 minuti

Al Conad Stadium di Forlì torna l’arte al supermercato

img of Al Conad Stadium di Forlì torna l’arte al supermercato
Ultimo aggiornamento:

Si rinnova l’appuntamento con l’arte contemporanea e la solidarietà promosso dal Conad Stadium di Forlì in occasione del Natale. Inaugura venerdì 1 dicembre alle ore 17,00 e sarà visitabile fino al 6 gennaio la mostra “Cogitatio”, che porta tra gli scaffali le opere di una decina di artisti: Giovanni Fabbri, Alfonso e Nicola Vaccari, Graziella Giunchedi, Mauro Maltoni, Fabio Blaco, Miria Malandri, Gabriele Turci, Salvo Ferrante, Giuseppe Bertolino, Paolo Grande. All’esposizione è legata anche una iniziativa benefica: dall’1 al 3 dicembre su ogni scontrino emesso in cassa 10 centesimi saranno destinati al Centro Donna del Comune di Forlì.

Oltre al punto vendita Conad Stadium di piazzale Falcone e Borsellino, sarà coinvolto anche il Conad Tuday di via Regnoli. I negozi sono gestiti dal socio Conad Federico Fattini, ideatore di questa originale esposizione insieme all’artista forlivese Giuseppe Bertolino.
«Un supermercato è un luogo insolito per allestire una mostra – commenta il socio Conad Federico Fattinil’obiettivo fondamentale è quello della divulgazione e della conoscenza dell’arte contemporanea: portare le opere fra la gente che, distratta dalla quotidianità, trova poco tempo per frequentare mostre e musei. Abbiamo deciso di continuare a proporre questa iniziativa ai clienti, dopo 13 anni che la organizziamo, perché è gradita e richiesta. Come tradizione la leghiamo a una donazione, quest’anno non potevamo non scegliere il tema della violenza sulle donne, di drammatica attualità».

«La pittura nasce da una riflessione, da un riflettere su tutto ciò che avviene attorno a noi che viene racchiuso in una tela, in un supporto, in estrema sintesi. Da una riflessione condivisa con gli artisti, nascono grandi collaborazioni e “Cogitatio” vuole essere una mostra condivisa fra artisti, Conad, clienti e visitatori», spiega l’artista Giuseppe Bertolino, curatore della rassegna.