Ugl e assessora Barbara Rossi

Il segretario territoriale dell’Ugl Romagna Filippo Lo Giudice ha incontrato la neo-assessore al Welfare ed al Lavoro del Comune di Forlì, Barbara Rossi. Nell’occasione, l’esponente sindacale ha proposto all’amministrazione una serie di misure “per fare fronte ai bisogni crescenti del tessuto locale, nel pieno degli effetti di una crisi economica e sociale derivata da contingenze nazionali e internazionali, come la pandemia, la guerra e l’emergenza energetica”.

In particolare, l’Ugl ritiene “importante avviare”: un vero e proprio ‘Piano per l’abitare’ per ampliare l’offerta comunale di edilizia residenziale pubblica e azzerare le liste d’attesa per le case popolari; il potenziamento dei servizi alle categorie che soffrono di più difficoltà economiche; contributi “anti-crisi” una-tantum a famiglie e imprese; politiche tariffarie e tributarie che agevolino disoccupati, lavoratori in Cig o mobilità e cosiddetti ‘nuovi poveri’; e potenziamento dell’organizzazione dei servizi sociali anche attraverso l’implementazione degli organici: “a Forlì il numero delle attuali assistenti sociali è insufficiente per una popolazione di quasi 118 mila abitanti”.

L’assessore Barbara Rossi s’è riservata di esaminare nel dettaglio le singole proposte del sindacato ed ha comunicato i principi che determineranno le linee guida del suo mandato amministrativo: “Aiutare chi ha bisogno (anziani fragili, disabili etc…). Operare nel solco dell’attività svolta egregiamente da Rosaria Tassinari. Continuare nell’esperienza di collaborazione con il Terzo Settore e le associazioni di volontariato. In loro c’è un valore aggiunto. Concorrono a rendere il nostro modello virtuoso”.

A favore delle categorie più fragili Barbara Rossi ricorda, per esempio, che: “si darà la massima diffusione all’accordo con i taxisti per i voucher a beneficio di anziani, persone con difficoltà di mobilità, donne in gravidanza e disabili che potranno utilizzare buoni viaggio e muoversi in piena autonomia e sicurezza”. Come ultima proposta Filippo Lo Giudice ha chiesto di convocare a Forlì il Tavolo comunale per il recepimento su scala locale del Patto per il clima ed il lavoro firmato in Regione nel 2020. “Documento sottoscritto anche dall’amministrazione comunale di Forlì che impegna i sottoscrittori (oltre agli enti locali anche: forze economiche, sociali, associazioni d’impresa, professioni, organizzazioni sindacali e di categoria) ad una visione d’insieme condivisa ed un percorso di impegni concordato in ambito socio-economico-energetico”: ha ricordato il segretario dell’Ugl Romagna.

A conclusione del colloquio, anche Davide Minutillo, capogruppo di Centrodestra per Forlì, ha incontrato il segretario Filippo Lo Giudice ed ha ribadito che: “le proposte dell’Ugl sono condivisibili al 100% , rientrano nel programma elettorale della coalizione e nelle politiche di welfare del nostro stesso gruppo. Daremo il nostro apporto per migliorare l’offerta comunale dei servizi in un’ottica di ascolto e dialogo con le realtà del territorio ed i privati che investono nel sociale”.