Giunta Billi

A seguito del comunicato del Gruppo “Insieme per Crescere” sulle indennità della Giunta Billi, arriva immediata la smentita della lista civica di maggioranza: “È falso dire che la giunta Billi si sia aumentata le indennità. La minoranza Insieme per Crescere ormai strumentalizza ogni cosa: i nuovi compensi sono stati introdotti in tutti i comuni per legge nazionale e non gravano sul nostro bilancio. È un automatismo, tant’è che non esiste una delibera in cui la giunta stabilisce i propri compensi, come accadeva negli anni precedenti. Parliamo di una riforma nota: gli adeguamenti vengono trasferiti da Roma e tornano a Roma in caso di rinuncia, perché non possono essere investiti in altro, e ci sono episodi di beneficenza personale, questi possono essere fatti anche lontano dai riflettori”.

Sul tema degli aumenti agli amministratori si è ampiamente dibattuto a inizio 2022, quando proprio l’ex sindaca aveva salutato favorevolmente la riforma, annunciando che non avrebbe rifiutato, com’è poi successo: infatti lei stessa ha ricevuto l’aumento retroattivo per la prima parte dell’anno, pur guardandosi bene dal dichiararlo nel comunicato stampa“.

Billi ha più volte annunciato la volontà di svolgere il ruolo da sindaco a tempo pieno, qualora avesse vinto le elezioni, e non percepisce contributi previdenziali, né rimborsi spese. Se condotta bene, la gestione di un Comune oggi comporta importanti responsabilità, reperibilità e costi da affrontare personalmente. “L’Amministrazione sta lavorando intensamente dal primo giorno del mandato per l’interesse della comunità e si augura, per il bene del paese, che il gruppo “Insieme per Crescere” non voglia proseguire per cinque anni con toni di rivalsa e attacchi pretestuosi. Non c’è altro da aggiungere”.