Unieuro Forlì – Staff Mantova: 78-74

Unieuro Forlì: Adrian 22 (4/9, 2/5), Cinciarini 15 (5/7, 1/6), Penna 15 (3/3, 2/3), Valentini 14 (2/4, 3/7), Radonjic 4 (2/3, 0/3), Gazzotti 3 (0/2, 1/1), Benvenuti 3 (0/1), Pollone 2 (1/2, 0/3), Ndour, Flan n.e, Borgiu n.e, Zilio n.e. All. Martino.
Tiri da due: 17/31 (55%). Tiri da tre: 9/28 (32%). Tiri liberi: 17/22 (77%). Rimbalzi: 34 (23+11). Assist: 13.
Staff Mantova: Cortese 14 (1/4, 4/5), Ross 14 (3/6, 1/5), Miles 11 (2/3, 1/5), Criconia 11 (1/1, 3/6), Calzavara 10 (0/3, 1/2), Thioune 6 (3/3), Morgillo 4 (2/3), Janelidze 2 (1/2, 0/1), Veronesi 2 (0/1 da tre), Moustapha Lo n.e. All.:
Tiri da due: 13/25 (52%). Tiri da tre : 10/25 (40%). Tiri liberi: 18/25 (72%). Rimbalzi: 30 (23+7). Assist: 12.
Parziali: 20-19, 21-24, 20-16, 17-15.

Bell’esordio in campionato per l’Unieuro che, priva del nuovo arrivato Sanford per infortunio, supera Mantova con una prova convincente. Sugli scudi Adrian, ma si è vista un’ottima prova anche da parte di Valentini, Penna e Cinciarini. Male Pollone. Per i lombardi bene Cortese e Ross, Miles sottotono.

I primi minuti sono di marca statunitense, con 7 punti di Adrian e 7 per Miles, che trova canestri ad alto coefficiente di difficoltà nonostante una buonissima difesa forlivese.
Grande pressione difensiva dei padroni di casa, riuscendo a recuperare più di un pallone. Cinciarini e Valentini creano possessi offensivi efficaci che consentono di star davanti agli avversari. Mantova rimane attaccata con 4 punti firmati Criconia e Thioune chiudendo il primo quarto sotto di uno. 5 punti di Cortese aprono la seconda frazione per gli Stings, a cui Forlì risponde da tre con le bombe dei suoi playmaker. Penna però fa e disfa, perdendo due palloni in modo frettoloso. A metà frazione si vede Mantova condurre di 5. Dopo il timeout di coach Martino, rientra in campo Cinciarini, rimasto in panchina nella prima parte, segnando in penetrazione due punti importanti. Dopo quattro punti mantovani di Ross, il capitano forlivese si ripete con una tripla, mentre Adrian giocando in post si prende un fallo che lo manda in lunetta. 11 punti per lui e parità totale nel punteggio. Dall’altra parte stessi punti per Cortese che, emulato poi da Criconia, colpisce da tre con alte percentuali. Grazie a loro gli ospiti arrivano all’intervallo in vantaggio, 41-43.

Bellissima giocata in avvio per Calzavara, che penetra in area e scarica fuori per Ross un assist funambolico. Da parte Unieuro invece si cerca spesso di dare il pallone ad Adrian. L’americano non si lascia intimorire dalla responsabilità e tiene a galla i suoi con cinque punti. L’azione successiva Cinciarini sfrutta il mismatch con Thioune per batterlo in palleggio e segnare facile per il nuovo vantaggio forlivese. La partita si accende improvvisamente: Criconia tira da casa sua e segna, quindi Adrian, ancora Criconia ed infine Valentini colpiscono nel giro di trenta secondi. Prima della fine del quarto Miles ha la possibilità di portare avanti i suoi dalla lunetta ma ne fa solo uno. Penna ha l’ultima palla e consegna nelle mani di Radonjic un ‘cioccolatino’ sotto canestro.

Poca precisione da entrambe le parti nei primi minuti dell’ultimo quarto. Si cerca spesso l’1 vs 1 andando spesso in lunetta, finché Penna da uno strappo importante portando avanti i suoi segnando da tre. Adrian fa poi un capolavoro stoppando Ross, recuperando palla e assistendo in contropiede Radonjic. A due minuti dalla fine è +6 Forlì, e coach Valli chiama timeout. Calzavara, con 10 punti segnati tutti nell’ultima frazione, esce per falli dopo essere andato molto vicino a riaprire la partita. È dunque l’ottimo Penna a chiudere il match con cinque punti che valgono il 78-74 finale.

Michele Prati