Si è chiusa con 457 partecipanti fra competitivi e non competitivi il 43° Giro del Muraglione (1°Gran Fondo Avis Forlì 1° Campionato Nazionale Avis Prova Criterium Regionale GF Cicloturistiche Uisp) che il Gruppo Cicloturistico Avis Forlì col supporto di SC Forlivese e di Avis Comunale Forlì ha organizzato il 2 ottobre con partenza e arrivo in Piazza Saffi su un percorso sviluppato sui meravigliosi scorci dell’Appennino Forlivese.

Con Francesco Moser come testimonial hanno preso il via la campionessa del mondo cicloamatori Michela Bergozza, il pluricampione australiano degli anni ’70 e ’80 Denny Clark e gli ospiti, il professionista Matteo Malucelli e il dilettante Francesco Sarasini.
La soddisfazione degli organizzatori è stata grande nel vedere la grande presenza di tanti atleti locali, ma anche di atleti emiliani e toscani che hanno voluto rendere onore a Sua Maestà “Il Muraglione”, la vetta che è stata il passaggio chiave del percorso lungo della gara competitiva.

La vittoria della Gran Fondo percorso lungo (Rosso, come il Sangue) di 148 km e oltre 2.000 m di dislivello è andata fra gli uomini a Enrico Filippi della Vivo – MG.K VIS-Dal che ha completato il percorso il 4h 02’38” alla media di 36,349 km/h; fra le donne si è imposta Michela Bergozza dell’Asd Scatenati che ha completato il percorso il 4h 33’24” alla media di 32,259 km/h. La vittoria della Gran Fondo percorso medio (Giallo, come il Plasma) di 98 km e circa 1.500 m di dislivello è andata fra gli uomini in ex-aequo a Riccardo Spadazzi della Team Passion Faentina e a Giulio Scopetani della Vitam-In Cycling Team Asd che hanno completato il percorso il 2h 40’58” alla media di 36,529 km/h; fra le donne a Marisa Motta della Pro Cycling Asd che ha completato il percorso il 3h 19’22” alla media di 29,493 km/h.

Il Team Vitamina si è aggiudicato la vittoria del cicloraduno, mentre il Primo Trofeo Avis Nazionale è rimasto in casa, al Gruppo Cicloturistico Avis Forlì Asd! Il Gruppo Cicloturistico Avis Forlì vuole ringraziare tutti coloro che hanno creduto nel progetto: Forlì con la sua Amministrazione, il Corpo di Polizia Locale e l’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese per tutto il supporto operativo ricevuto, tutti i volontari, quelli delle Avis di Forlì e di Ravenna, gli amici pugliesi delle delegazioni dell’Avis di Corato e di Bari e tutti coloro che hanno messo il loro impegno nella gestione della manifestazione, che non è stata sempre facile.

Una menzione speciale va al gruppo dei volontari della Società Ciclistica Forlivese, che hanno supportato e gestito in maniera determinante tutta l’organizzazione e tutto lo svolgimento della manifestazione competitiva. L’obiettivo di enfatizzare la pratica sportiva come testimone di sano stile di vita che porta alla Donazione del Sangue è stato raggiunto. Ora si riparte con vigore per rendere l’appuntamento una Classica del calendario che deve diventare la Gran Fondo Avis Città di Forlì.