L’Oleodinamica Forlivese arpiona un pari a Parma

0

Futsal Parma – Oleodinamica Forlivese Forlì: 2-2

Futsal Parma: Bonito, Ciobanu, Fazio, Massaro, Murina, Ben Saad A., Bonini, Falcone, Ben Saad K., Uggini, Montanari, Mora.
Oleodinamica Forlivese Forlì: Cassano, Panara, Minotti, Fabbri, Benhya, Cangini Greggi, Di Maio, Artoum, Simone, Lamorgese, La Corte, Salvatore. All. Aldini.
Arbitri: Pette di Bologna), Alberti di Imola.
Note – Ammoniti: Benhya, Salvatore. Espulsi: Simone al 23′ s.t., Salvatore al 31′ s.t.
Marcatori: 6′ Bonini del p.t.; 19′ Di Maio, 24′ Ben Saad A., 25′ Benhya del s.t.

Punto pesante per l’Oleodinamica Forlivese Forlì che andata sotto due volte riesce a rimontare il Parma per il 2-2 finale, reti forlivesi di Di Maio (nella foto)  e Benhya, al termine di una gara molto emozionante e combattuta. Forlì che sale quindi a 4 punti in classifica, a braccetto proprio con la Futsal Parma, e sabato prossimo è atteso dal derby interno col Rimini dove però mister Vespignani, che farà ritorno in panchina dopo la squalifica, dovrà far ameno di Simone e Salvatore entrambi espulsi in quel di Parma.

Dall’altra parte un Parma che dopo i botti di mercato estivi si dimostra squadra che a differenza della passata stagione può ambire ad un campionato di alto profilo e già nella prima frazione fa la voce grossa chiudendo in vantaggio grazie alla rete di Bonini al 6′ a conclusione di un perfetto contropiede tre contro due.

Nella ripresa è Forlì a fare la gara mentre i padroni di casa tentano di pungere con azioni di rimessa ma alla fine il meritato pareggio arriva al 19′ sugli sviluppi di un corner dalla sinistra grazie a Di Maio. Passano alcuni minuti e Simone si fa espellere, rosso diretto per reazione, e il Parma con l’uomo in più non si fa pregare e trova il nuovo vantaggio nel giro di una trentina secondi con Ben Saad K. Si torna così in parità numerica e Forlì riacciuffa al 25′ il nuovo pareggio col solito Benhya abile ad inserirsi a centro area correggendo in rete un perfetto assist dalla sinistra.

Pareggio che reggerà fino alla fine col brivido finale dell’espulsione per somma di ammonizioni di Salvatore in pieno recupero che concede ai padroni di casa giusto il tempo dell’ultima dell’azione su cui Cassano sventa la conclusione ravvicinata dei padroni di casa congelando il risultato.