Le nuove frontiere dell’astrofisica

0

Dopo due anni di forzata pausa a causa della pandemia, il Gruppo Astrofili Forlivesi torna a proporre alla cittadinanza un ciclo di conferenze dal titolo “Le nuove frontiere dell’Astrofisica”. L’iniziativa, che si svolge con il patrocinio del Comune di Forlì, si articola in quattro incontri, con ingresso libero, nel Salone Comunale di piazza Saffi 8 a Forlì, alle ore 20,45 dei venerdì di ottobre.

Nel primo incontro di venerdì 7 ottobre Giancarlo Cortini, responsabile scientifico dell’Associazione, tratterà delle scoperte effettuate attraverso i telescopi spaziali, segnatamente l’Hubble che ad iniziare dagli anni ‘90 con grande messe di risultati ha scandagliato l’Universo. Inoltre fisserà l’attenzione sulle ricerche che saranno possibili attraverso il nuovo telescopio spaziale James Webb che ha da pochi mesi iniziato la propria attività e che permetterà agli scienziati nuovi e innovativi studi.

Il secondo incontro (14 ottobre) verrà dedicato alla ricerca di possibili civiltà aliene; sempre Cortini spiegherà perché sono i radiotelescopi gli strumenti più adatti ad intraprendere questa indagine. Il terzo incontro (21 ottobre) sarà sicuramente quello che più ci introdurrà nelle future ricerche dell’astrofisica: sempre Cortini illustrerà a che punto è lo studio della materia oscura e dell’ancor più elusiva energia oscura. Infine nell’incontro del 28 ottobre, Giovanni Succi, socio del Gruppo e attualmente impegnato in un master al CERN di Ginevra, relazionerà circa lo studio delle particelle che costituiscono la materia dell’intero Universo, studio che prende le mosse dagli esperimenti che da alcuni decenni si svolgono al CERN.