Animali in Fiera XIII edizione

0

Sabato 8 e domenica 9 ottobre torna alla Fiera di ForlìAnimali in Fiera” e la manifestazione dedicata a tutta la famiglia festeggia il suo 13° compleanno con una veste e una proposta ulteriormente arricchite. Visitare la rassegna, organizzata da Romagna Fiere sotto l’attento controllo dei servizi veterinari della sanità pubblica, significa esplorare il nostro pianeta e scoprire le specie che lo popolano: dagli animali da compagnia a quelli che ritroviamo nelle fattorie romagnole, dai rettili agli uccelli, dai cavalli alle specie rare ed esotiche. Tutto corredato da mostre, concorsi, esibizioni, laboratori didattici per adulti e bambini, percorsi di conoscenza e divertimento, una vasta selezione di accessori, prodotti per l’alimentazione e la toelettatura dei nostri amici.

Tantissime le novità di questa 13ª edizione di Animali in Fiera, per citarne alcune tra le tante: mostra fotografica – Roberto Monti; esposizione Spirit Animals in Canvas – Sara Christie; mostra didattica di Falconeria – Aquae Mundi; Terrarium il micro mondo – con Lisa AlbIeri crea il tuo terrario; cresciAmo – in tour per la fiera con il biologo e area ludica per ogni età; Manine di carta: laboratorio per i bimbi; scegli il tuo Pet MakeUp: il truccabimbi di Federica Valentini; Pets Craft – gli animali ispirano anche la nostra creatività.
Ad accogliere il pubblico all’interno dei padiglioni della Fiera di Forlì, anche quest’anno ci sarà “Reptilius”, mostra-mercato con espositori qualificati, dove si potranno ammirare serpenti, anfibi, sauri, insetti, aracnidi, roditori e una sezione speciale dedicata alle tartarughe. Gli esemplari proposti in fiera sono testuggini terrestri, acquatiche e palustri, provenienti da tutti i continenti; inoltre piccoli mammiferi come cavie, conigli, lemuri, ricci africani e suricati.

Torna a far tappa ad Animali in Fiera la mostra-mercato di minerali e fossili giunta alla sua 34ª edizione curata dal Gruppo mineralogico paleontologico cesenate; un’esposizione articolata in un percorso guidato tra i minerali e i fossili provenienti da tutto il mondo, alla scoperta della storia che a loro si lega attraverso laboratori per i più piccoli, prove pratiche di cristallo-terapia e l’esposizione certamente attraente di un uovo di dinosauro. Tra i reperti più singolari, sarà possibile ammirare Fossile di Turritella proveniente dalla cava di calcare di Alonte in Veneto; il Fossile di Pesce Trombetta proveniente dalle argille mioceniche del fiume Marecchia; un Gesso ricristallizzato della miniera di Formignano nel Cesenate.

Da non perdere, sempre proseguendo nel padiglione d’ingresso, “un angolo d’oriente” con le coloratissime Carpe Koi: carpe giapponesi dai colori sgargianti e grandi dimensioni mai viste in fiera, simbolo di affetto e di amicizia ma anche di chi affronta le avversità senza paura, vi regaleranno sensazioni di pace e armonia.
Confermato anche l’appuntamento con “Psittacus & CO”, la mostra ornitologica organizzata dall’Associazione Romagnola Canaricoltori che offre l’opportunità di osservare e conoscere esemplari rari e selezionati della coloratissima famiglia dei pappagalli. Collaborano inoltre: Club Italiano Allevatori Agapornis, Club degli Psittacidi e Club Neophema Italia & Australian Grass Parrots e grande novità di quest’anno gli amici di Ravenna – A.O.R. Si svolgeranno mostre specialistiche di Agapornis, Neophema e Psephotus e di tutti gli Psittaciformi.

A Psittacus si potranno ammirare diverse centinaia di pappagalli originari di Oceania, Africa, Sud America, dai più comuni ondulati (le cocorite), agli inseparabili, ai parrocchetti, alle amazzoni, tutti nei loro sgargianti colori e nelle infinite mutazioni che il lavoro di sapienti allevatori ha prodotto nel corso di decenni. La mostra è riservata agli esemplari allevati in cattività grazie al paziente lavoro di allevatori appassionati, ormai parte integrante dell’azione di salvaguardia e sopravvivenza di specie minacciate di estinzione. Psittacus, quindi, non solo è gara di bellezza, ma opportunità di crescita sociale e culturale che di anno in anno si conferma vincente.

Addentrandosi nei padiglioni della fiera si verrà accolti da una coloratissima e vivace fattoria. È l’amatissima “Aja Romagnola”, a cura dell’Associazione razze e varietà autoctone romagnole (ARVAR), che ripropone la fattoria tradizionale delle nostre campagne, allestita come un percorso didattico-divulgativo che guiderà adulti e bambini nella storia e nella cultura rurale. Saranno in esposizione bovini, asini, suini, ovini-caprini, polli e altri avicoli di razza romagnola, fauna selvatica autoctona, lepri e conigli, oche, tacchini e pavoni. Ritroveremo anche, nel padiglione curato dall’Arvar, la “Mini Farm” dove ammirare le specie cosiddette “nane”: conigli nani, chiocce con pulcini, anatre e anatroccoli, maialini, pecore, capre e una splendida pulcinaia.

Sempre nel padiglione Arvar vi aspetta CesenAlpaca con un percorso “alla scoperta degli alpaca e dei loro filati”. CesenAlpaca è un allevamento amatoriale di Alpaca Huacaya sito in Cesena. Al momento sono presenti 16 esemplari provenienti dall’Europa e dalla Nuova Zelanda, e sono in attesa delle nuove nascite. Gli Alpaca vengono tosati ed alleggeriti del loro vello prima dell’estate per il loro benessere. Con la loro fantastica fibra vengono realizzati soprattutto capi confortevoli ma anche trapunte e vari gadget per grandi e piccini.
Arricchito sarà il 9° Salone del Cavallo, al cui interno si potrà vivere il mondo equestre a 360 gradi.

Un’ampia area nella quale Romagna Fiere intende divulgare la conoscenza e stimolare la passione per questi meravigliosi animali e favorire momenti di aggregazione per tutta la famiglia. La rassegna ospiterà ancora più scuderie, maneggi e centri equestri dal territorio nazionale, con oltre 50 meravigliosi cavalli che daranno vita nelle due giornate a dimostrazioni didattiche di varie discipline: dalla monta inglese a quella americana, dal dressage alle esibizioni di destrezza di cavalli andalusi. Tra gli eventi per i più piccoli, torna l’indimenticabile esperienza del “Battesimo della Sella” promosso in 2 aree dedicate, da insegnati professionisti, con Pony Shetland e Cavallini per bimbi dai 3 anni in su!
Una suggestiva atmosfera da far west farà da cornice grazie ai ritmi del Gruppo di ballo Wild Angels, che sabato e domenica scateneranno il pubblico in danze country e western su una grande pista in legno, con stage gratuiti per tutti a cura di maestri, gruppi e djs provenienti da tutta Italia. Un evento interregionale che porterà a Forlì appassionati di ballo country da Nord a Sud e da Est ad Ovest della nostra penisola.