Campostrino di Forlì

Anche quest’anno, il 30 settembre, il corso di laurea di medicina e chirurgia dell’Alma Mater con sede a Forlì sarà protagonista della Notte europea dei ricercatori, “Ripensaci”, con un interessante stand allestito negli spazi dell’ex palestra del Campostrino, in via G.Della Torre, a Forlì, a partire dalle ore 18,00.

Irene Faenza, docente di anatomia umana, le sue collaboratrici Anna Stella Bartoletti e Sara Salucci, il chirurgo-toracico Beatrice Aramini, e il paleontologo Mirko Traversari, accompagneranno i cittadini in un viaggio nella scienza. I partecipanti saranno guidati dai ricercatori nell’estrazione del DNA, nell’osservazione al microscopio di modelli cellulari in vitro e in un viaggio virtuale all’interno del corpo umano, con particolare attenzione al polmone del fumatore.

“Sieti sicuri di aver detto sempre la verità?”: una ricercatrice di fisiologia, Alessandra Occhinegro, assistita da una studentessa del Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia di Forlì, Ilaria Valdevit, aiuterà invece i più coraggiosi a sottoporsi alla “macchina della verità”, o poligrafo, strumento in grado di misurare alcune caratteristiche fisiologiche ed emotive di un individuo durante un interrogatorio.
“Come la morte ci racconta la vita” sarà invece l’argomento esposto durante l’aperitivo scientifico dal dottor Mirko Traversari, che ci parlerà dell’affascinante mondo dei corpi eterni: le mummie.