Casa Artusi ingresso

Oltre a essere stato un mostro sacro del cinema italiano, Ugo Tognazzi era un grandissimo appassionato di cucina. Il suo rapporto con i fornelli era di vero e proprio amore. “Il profumo di un buon ragù – diceva – l’adopererei anche come dopo barba. Un piatto di fettuccine intrecciate o una oblunga forma d’arrosto, per me sono sculture vitali, degne d’un Moore”. Non deve, dunque, stupire il legame ideale fra Casa Tognazzi e Casa Artusi, e non solo perché entrambe fanno parte della rete delle Case della Memoria. Questo rapporto particolare sarà celebrato sabato 24 settembre a Firenze in occasione dell’evento “Semplicemente Ugo”, organizzato dall’’Associazione Nazionale Case della Memoria in collaborazione con il Comune di Firenze e la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron nel centenario della nascita del grande attore.

Eloquente il sottotitolo “Firenze, la cucina, i film, le zingarate, da Casa Artusi a Casa Tognazzi”, che illustra perfettamente gli ‘ingredienti’ di questa speciale festa di compleanno.
Così, nel pomeriggio di sabato a Villa Bardini, insieme a un folto pubblico – c’è già il tutto esaurito – si ritroveranno i figli Ricky e Gianmarco Tognazzi e tanti amici del grande Ugo. Fra loro, una delegazione di Forlimpopoli, con in testa la sindaca Milena Garavini e la Presidente di Casa Artusi Laila Tentoni; ci sarà anche un gruppo di Mariette, capitanate dalla loro presidente Verdiana Gordini, che si esibiranno in una dimostrazione di Pasta fresca fatta a mano e prepareranno la ricetta n. 604 “Panettone Marietta” che verrà degustato in abbinamento con il vino della Tognazza di Velletri.

In particolare, la sindaca Garavini porterà i saluti istituzionali che si affiancheranno – fra gli altri – a quelli del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, del sindaco di Firenze Dario Nardella, del presidente dell’Associazione Case della Memoria Adriano Rigoli. Invece, Laila Tentoni parlerà di Artusi e Tognazzi, durante la presentazione dei volumi in programma: il primo è “Ugo. La vita, gli amori e gli scherzi di un papà di salvataggio” scritto dai figli Ricky, Gianmarco, Thomas e Maria Sole Tognazzi, il secondo si intitola “A tavola con i Grandi” ed è stato curato da Marco Capaccioli e Adriano Rigoli.
Il programma della giornata si chiuderà alle 21,15, con la proiezione dei film “Tognazzi. La voglia matta di vivere” e di “L’Ultima Zingarata – un tributo a “Amici Miei”.