Bertinoro

La chiesa del Suffragio di Bertinoro apre le porte alla grande musica ospitando due concerti che si terranno domenica 7 e lunedì 8 agosto. Si comincia con il maestro Fabio Bonizzoni che domenica 7 agosto, alle 21,00 terrà un concerto dal titolo “I molti colori dell’organo”. Considerato tra i principali clavicembalisti e organisti della sua generazione, Fabio Bonizzoni si esibisce regolarmente come solista e con la sua orchestra La Risonanza nelle più importanti sale e nei principali festival europei, ma anche come direttore ospite di prestigiose orchestre barocche e moderne. Tra le altre, nel 2011 ha diretto l’Orchestra del Teatro alla Scala nell’inedito balletto “L’altro Casanova”. Nella chiesa del Suffragio, il maestro Bonizzoni proporrà un programma di musiche che spazia dal Cinquecento al Settecento, fra cui brani di Frescobaldi, Vivaldi, Correa de Arauxo, Sweelinck.

Lunedì 8 agosto, sempre alle 21,00 sarà di scena il duo formato da Marco Ambrosini (viola d’amore a chiavi/nyckelharpa) ed Eva-Maria Rusche (organo), con un concerto del titolo “Note rubate: maestri tedeschi e fiamminghi e i loro modelli italiani“. A partire dal tardo medioevo, infatti, ci fu un vivace e fruttuoso scambio tra la regione fiamminga e i centri culturali in Italia, cosa particolarmente evidente nelle copie degli stili musicali. In questo concerto i due musicisti presentano la loro collezione di “note rubate”, eseguita con due speciali strumenti: la viola d’amore a chiavi, in uso durante il periodo barocco nell’area dell’Europa settentrionale e il meraviglioso organo storico della Chiesa del Suffragio a Bertinoro.
I due concerti rientrano nell’ambito della rassegna di musica classica curata da Fondazione Entroterre per il cartellone di Bertinoro Estate. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.