Contributi destinati alla rinegoziazione dei contratti di locazioni

0

È online, sul sito del Comune di Forlì, l’avviso pubblico relativo al 2022, per la concessione di contributi destinati alla rinegoziazione dei contratti di locazioni. Le domande, da sottoscrivere con apposita modulistica, possono essere presentate all’Ufficio Casa del Comune di Forlì in Corso Diaz 21 tel. 0543/712785 oppure inviando la modulistica prevista all’indirizzo: comune.forli@pec.comune.forli.fc.it. Accedendo al sito del Comune www.comune.forli.fc.it è possibile scaricare sia il testo completo dell’avviso che il modulo per la presentazione della domanda, inoltre è possibile visionare alcune simulazioni di conteggio del contributo correlato ad esempi pratici di rinegoziazione.

Le parole dell’assessore al welfare e politiche abitative del Comune di Forlì Rosaria Tassinari: “questo è uno strumento molto utile per andare in soccorso delle situazioni più fragili e compromesse dal punto di vista abitativo. A Forlì sono 60 i nuclei familiari attenzionati dai nostri uffici per procedure di sfratto in corso. Il contributo erogato con questo avviso ha come obiettivo finale quello di fronteggiare la difficoltà nel pagamento del canone da parte di famiglie e giovani coppie, incorse in una riduzione del proprio reddito, anche a causa della crisi economica cagionata dall’emergenza sanitaria covid19. La misura è destinata ai proprietari di alloggi privati, disponibili a concludere la “rinegoziazione” del contratto di locazione, ma agisce a beneficio anche e soprattutto degli affittuari”.

Due le possibili forme di rinegoziazione: riduzione del canone di locazione per almeno sei mesi mantenendo il contratto di locazione vigente; modifica del contratto di locazione vigente, da contratto a canone libero a contratto a canone concordato. “Ma il nostro impegno per le famiglie e le persone in difficoltà nel pagamento delle spese d’affitto dell’abitazione in cui vivono non si esaurisce con questo bando. A decorrere dal 15 settembre e fino al 21 ottobre, sarà possibile infatti presentare le domande per il contributo per l’affitto, nel rispetto delle modalità che saranno indicate in un prossimo e specifico avviso pubblico. Per coloro che avranno i requisiti richiesti sarà possibile ricevere un contributo pari a tre mensilità, con un tetto massimo di € 1.500”.