Al Parco delle Stagioni il campo da calcetto coinvolge tanti giovani

0

A seguito del costante interessamento del Comitato di Quartiere Ca’Ossi, l’Amministrazione comunale ha provveduto alla installazione delle nuove porte per il calcetto nel Parco delle Stagioni e si è assistito ad una immediata e numerosa partecipazione dei giovani che hanno organizzato partite a più riprese. “Le nuove porte, stimolando i ragazzi a giocare e a fare squadra, aiutano a combattere le gang giovanili dei devastatori (più volte sono state tagliate le reti di recinzione del parco) e aiutano a prendersi cura dei beni comuni. I giocatori più piccoli poi sono accompagnati anche dai genitori/tifosi che colgono l’occasione per approfondire il dialogo, lo scambio, l’ascolto e l’empatia coi figli, momenti non sempre facili da trovare nella quotidianità ma fondamentali per contrastare le forme di disagio giovanile. Senza distinzione di territori, ovunque si assiste al fenomeno delle baby-gang in cui giovani adolescenti si aggregano per trasgredire o esercitare violenza su persone deboli o devastare luoghi e cose gratuitamente” spiegano dal Comitato.

Disagio giovanile di forte impatto personale, famigliare e sociale rispetto al quale una rete di soggetti istituzionali (forze dell’ordine, scuole, educatori) e organismi locali (Comitati di quartiere, associazioni di volontariato, residenti, strutture sportive) può cercare le risposte per far fronte al fenomeno in termini di prevenzione prima che di repressione. A questo fine il Comitato di Quartiere ritiene che lo sport sia senz’altro un elemento importantissimo per convogliare l’aggressività dei giovani adolescenti e l’accessibilità e disponibilità di luoghi in cui praticarlo liberamente e di palestre (accessibili anche a chi non ha mezzi economici..)sono elementi fondamentali di prevenzione. Il Comitato di quartiere Ca’ Ossi pone una costante e forte attenzione al fenomeno nel proprio territorio di riferimento” conclude la nota del Comitato Ca’ Ossi.