santa sofia

Lunedì 22 agosto, alle ore 21,00 al Parco della Resistenza a Santa Sofia, si esibirà la Giovane Orchestra Paneuropea, formata da 50 ragazzi provenienti da undici paesi europei ed extraeuropei aderenti al progetto “La musica, un ponte tra i popoli“. I musicisti provengono da Bosnia-Erzegovina, Grecia, Italia, Kosovo, Nord Macedonia, Montenegro, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Libano.

La performance della Giovane Orchestra Paneuropea affronta due tipologie di repertorio: il repertorio di musica classica, sotto la guida del maestro Žiga Cerar, coadiuvato dal maestro Gioele Sindona; il repertorio di musiche tradizionali e d’autore europee i cui arrangiamenti e direzione sono affidati ai maestri Bardh Jakova e Stefano Bertozzi.

Nel primo i ragazzi riconoscono un comune orizzonte di conoscenze all’interno del quale valorizzare le diversità delle tecniche acquisite nei rispettivi contesti di appartenenza; nel secondo, i giovani esecutori hanno invece la possibilità di scoprire aspetti profondi della cultura dei vari paesi, di conoscerne le differenze e le somiglianze, nonché di scoprire le radici di un patrimonio culturale a cui negli ultimi secoli hanno attinto tanti importanti compositori di tutta Europa. Per info: 3388166089, 3490542645, noviart.info@gmail.com.
Per conoscere meglio il progetto “La musica, un ponte tra i popoli” visitare il sito www.musicbridgepeople.com. Ingresso gratuito. In caso di maltempo l’evento si svolgerà al Teatro Mentore di Santa Sofia.