Zattini: «Il voto contrario del PD alla manovra di assestamento al bilancio è inspiegabile»

0

La manovra di assestamento approvata ieri pomeriggio in consiglio comunale ha una valenza strategica importantissima per il futuro di questa città. Più di 60 milioni di investimenti in lavori pubblici per accelerare lo sviluppo del territorio, tutelare la cantierabilità dei progetti finanziati con i fondi del Pnrr e rafforzare la rete di servizi e infrastrutture a beneficio della nostra comunità. Scuole nuove e più sicure, impianti sportivi all’avanguardia, strade e “superstrade” interconnesse e più veloci, decine di km in più di ciclovie e piste ciclabili, nuove aree verdi e più risorse per la manutenzione di quelle esistenti, rafforzamento dei posti auto in centro storico, riqualificazione e potenziamento degli alloggi Erp e avvio dei grandi cantieri della cultura” è il commento di Gian Luca Zattini sindaco di Forlì.

Queste sono solo alcune delle traiettorie progettuali che l’ultima variazione di bilancio ci permetterà di perseguire nei prossimi anni. Il solo voto contrario del Partito Democratico a questa manovra, destinata a cambiare il volto di Forlì e la qualità della vita dei suoi cittadini, è dunque inspiegabile sotto ogni punto di vista. Rattrista e inquina il clima di una politica cittadina che non dovrebbe mai dividere ma solo unire. Grazie invece a quelle forze politiche che hanno saputo comprendere la portata di questo provvedimento e, con grande senso di responsabilità, ne hanno votato senza riserve l’immediata esecutività. Grazie al voto favorevole del Movimento 5 Stelle e all’astensione costruttiva di Italia Viva e Forlì & Co” conclude Zattini.