Piazza Saffi per il Festival del Liscio

Una seria politica culturale e di rilancio del centro storico non si fa con gli annunci e nemmeno con le aiuole fiorite e le margherite. Ma con iniziative concrete e reali che questa Amministrazione in tre anni non è stata in grado di realizzare”. Duro affondo del Gruppo consiliare Pd alla notizia che non ci sarà nessun concertone estivo gratuito in piazza Saffi, tanto sbandierato dall’assessora Andrea Cintorino, che avrebbe dovuto portare la grande musica a Forlì.

Dopo la rottura della collaborazione con gli organizzatori di Imaginaction, il festival del videoclip che è stato presente in città nel 2020 nel drive-in allestito in aeroporto e nel 2021 in piazza Saffi, l’Amministrazione Comunale nel mese di maggio aveva fissato con largo anticipo la data del 9 luglio per il grande concertone e stanziato un budget di 80.000 euro attraverso un bando esplorativo per “un evento di alto standard qualitativo e gratuito a cura di un’emittente radiofonica, nella pregevole cornice di Piazza Saffi”.

Posto che una cifra del genere, per realizzare un solo evento in tempo di pandemia e di crisi economica per le famiglie forlivesi, ci è sembrata da subito sovradimensionata come abbiamo scritto in un question time presentato a maggio – sottolineano i consiglieri – nemmeno con un simile budget l’Amministrazione è riuscita ad attirare l’interesse di qualche organizzatore, che ha preferito portare la grande musica in altre piazze”.

Una toppa peggio del buco è la giustificazione fornita dall’Assessore Cintorino per questa iniziativa fallimentare, quando afferma di aver rinunciato perché in città ci sono altri eventi e un fitto programma all’Arena San Domenico. Ora, senza nulla togliere agli eventi San Domenico, molti a pagamento, è ora di finirla con la politica degli annunci delle cose non realizzate. Noi stiamo ancora aspettando il famoso piano di rilancio del centro storico, sempre che esista”.