La Rari Nantes Romagna, squadra forlivese di pallanuoto, militante da due anni nel campionato Fin di Promozione (serie D), ha conquistato l’accesso al campionato di serie C, vincendo le finali di andata e ritorno dei play-off contro il Riccione. La finale di andata è stata giocata martedì 5 luglio a Riccione, dove i forlivesi hanno battuto 7 a 5 la squadra di casa; venerdì 8 aprile invece, nella piscina di Faenza, Rari Nantes ha affondato definitivamente il Riccione, nella gara di ritorno, col punteggio di 7 a 4, guadagnandosi la promozione al campionato di serie C.

Grande è stato l’entusiasmo di tutta la squadra, insieme al mister Luca Gennari e al presidente Marco Bandini, che subito dopo il fischio finale si sono tuffati in gruppo in acqua con gli atleti, per festeggiare, mentre il pubblico applaudiva commosso.
È stato un evento, da un lato atteso, per la grande performance nel campionato di quest’anno di questa formazione, che ha vinto quasi tutte le partite del suo girone (9 su 10), ma, dall’altro lato, inedito per la città di Forlì, che non ha mai potuto vantare, fino ad ora, una tradizione pallanuotistica importante. Tutto è iniziato nel 2012 per merito dell’attuale presidente Bandini, che, appassionato di questo sport, ha creduto e lavorato con tenacia per la realizzazione di questo suo sogno che oggi è realtà.

La pallanuoto è uno sport tanto affascinante quanto impegnativo e, sicuramente, a fare la differenza tra la formazione forlivese e le altre partecipanti, quest’anno è stato l’assiduo lavoro del team tecnico, diretto da Gennari e la costanza quasi quotidiana degli atleti agli allenamenti. Si apre ora un nuovo capitolo per la Rari Nantes Romagna pallanuoto: dopo il meritato riposo estivo si dovrà programmare la nuova stagione agonistica, che sarà sì impegnativa, ma non meno emozionante di quella appena conclusa.

I successi di questa squadra hanno anche fatto da traino per tutto il settore giovanile pallanuotistico forlivese, che si è distinto più volte con le diverse giovani formazioni e che ora conta circa una settantina di atleti, iscritti ai vari campionati. È dunque emersa a Forlì una realtà sportiva importante, non solo a livello professionistico, ma anche dilettantistico: una nuova preziosa risorsa sportivo-educativa per il territorio, oltre che un ulteriore fiore all’occhiello per la città, nel panorama sportivo nazionale.