Libertas Atletica Forli ai Campionati italiani

Ultime gare per l’atletica italiana in concomitanza dei Campionati Mondiali, anche per gli atleti biancorossi che, con uno sguardo sempre rivolto ai cellulari in diretta streaming con Eugene, compiono le ultime fatiche prima della pausa estiva.
Macerata, domenica 16 luglio. Prima esperienza con la maglia della regione Emilia-Romagna per il giovanissimo Gabriele Perugini della categoria Cadetti del 2008. Appartenente al nutritissimo team di fondo e mezzofondo allenato da Judit Varga, Gabriele con una condotta di gara da vero specialista della distanza, riesce a tenere il ritmo dei migliori e termina 13esimo sui 36 partecipanti nei 3 km della Corsa su Strada per Rappresentative Regionali. Un risultato di prestigio per Gabriele che fin da piccolo ha evidenziato una particolare predisposizione alla corsa di resistenza.

Berceto (PR), domenica 16 luglio. Terzo posto per la staffetta mista 4×400 con gli atleti bianco-rossi Giada Donati, Dario Collura, Luca Marsicovetere e Rai Lovepreet, alla terza tappa della High Speed League in Terra Emiliana, col tempo di 3’39″69. Ottimi i tempi parziali nelle rispettive frazioni di Giada 56″93 e Luca 49″86, al rientro agonistico in regione dopo l’oro nella staffetta svedese ai Campionati Europei Under 18 di Gerusalemme. Giada, Luca e il decatheta Dario sono allenati da Judit Varga e Alberto Donati.

Firenze, sabato 15 e domenica 16 luglio. Francesco Amici, allenato da Alberto Donati, è impegnato nel suo primo decathlon del 2022, dopo l’infortunio che gli ha impedito, nel momento clou della stagione, di partecipare ai Campionati Assoluti prima, e ai Campionati di categoria poi. Un vero peccato perché nelle due gare avrebbe sicuramente ottenuto un buon piazzamento.
Francesco parte deciso a migliorare il punteggio di 6302 ottenuto ai Campionati Italiani Assoluti 2021 e inizia il decathlon con due personali: 11″30 nei 100m e 6.44 nel salto in lungo. Ma il periodo di pausa forzata del mese di giugno, ha comportato un rallentamento della preparazione ed emergono inevitabilmente alcune indecisioni tecniche in particolare nei lanci di peso (m10,32) e disco (m30,12), ai quali si aggiungono altre prestazioni leggermente sottotono: nei 110hs (16″18), nel giavellotto (m51,50) e nel salto in alto con m1,71. Un weekend di alti e bassi, ma con alcune prestazioni di assoluto valore che gli consentono di portare il punteggio finale a 6.620. Supera infatti i m.4,00 nell’asta e ottiene due personali eccellenti nei 400m (49″67) e nei 1.500m dove ferma il cronometro a 4’15″01 un tempo che mai si era visto nelle prove multiple e rarissimo a livello internazionale, che proietta il giovane talento forlivese ai vertici del “Decathlon-Best Italiani” che raggruppa tutti i migliori risultati nelle singole gare dei decatleti di tutti i tempi.