Il sindaco Zattini sale di gradimento nella classifica de Il Sole 24 Ore

0

“Il Sole 24 Ore” ha pubblicato oggi l’indagine annuale che misura il gradimento dei sindaci da parte dei cittadini dei 105 capoluoghi italiani (svolta dal primo marzo e il 26 giugno su un campione di 600 interviste). Alla domanda “Le chiedo un giudizio complessivo sull’operato del sindaco della sua città. Se domani ci fossero le elezioni comunali, lei voterebbe a favore o contro l’attuale sindaco?”, il 54,5% si è espresso sulla ricoferma per Zattini.

Nella classifica generale i primi posti sono appannaggio di Luigi Brugnaro sindaco di Venezia, Marco Fioravanti sindaco di Ancona, Antonio Decaro primo cittadino di Bari e Giuseppe Sala sindaco di Milano. Gian Luca Zattini si attesta al 34° posto col 54,5% dei consensi. L’anno scorso era al 53°.

«Un sondaggio è certamente “solo un sondaggio” ma, come ogni strumento di rilevazione del consenso popolare, offre un interessante spunto di approfondimento. Con molta cautela e altrettanta umiltà, partendo dai risultati, si possono sviluppare riflessioni articolate sulla capacità di gestione di una città come quella di Forlì e sul metodo di lavoro di un’Amministrazione pubblica che, anche oggi dalle pagine dei quotidiani locali, viene definita dal Partito Democratico “immobile, non altezza delle promesse fatte e dei bisogni della propria comunità”» è il commento del sindaco Gian Luca Zattini.

Ecco allora che i dati diffusi dal Sole 24H ci vengono in soccorso, tracciandoci il profilo di un’Amministrazione comunale che intercetta il favore dei cittadini laddove è in grado di fornire una risposta concreta ai reali bisogni di una società, alle situazioni di crisi e al bisogno degli elettori in termini miglioramento della qualità della vita. Un’Amministrazione come quella di Forlì. Intendiamoci, nulla è dato per scontato, tantomeno il consenso dei propri cittadini con i quali un sindaco, di qualunque colore esso sia, rinnova ogni giorno un patto d’amore. Un patto d’amore di cui vado fiero e che mi porta ad esercitare azioni consapevoli e responsabili che sono sempre necessarie quando si indossa con orgoglio la fascia tricolore. In una situazione come questa, tra pandemia, guerra, caro bollette, scadenze del Pnrr e tracollo dei consumi, l’apprezzamento in crescita di un Sindaco non è per nulla scontato. Ma ciò che è davvero importante è la consapevolezza che la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta. Una strada fatta di serietà, capacità di ascolto, pragmatismo e molta umiltà” conclude Zattini.

Gian Luca Zattini al 54%