Santa Sofia

Domenica 24 luglio alle ore 18,00, a Santa Sofia, si terrà l’intitolazione della locale sede Anpi, in piazza Garibaldi 12. “Da oggi, la sede santasofiese sarà dedicata alle Donne resistenti di Santa Sofia – commenta Liviana Rossi, presidente dell’Anpi di Santa Sofia -. La ragione di questa scelta, meditata e condivisa dal direttivo della nostra sezione, sta nella volontà di rimediare alla parzialità che la narrazione della Resistenza in Italia ha avuto fino a non molti ani fa. Quando si racconta la Resistenza si parla quasi sempre di partigiani e non si ricorda abbastanza l’eccezionale partecipazione e il grande e determinante contributo che le donne, quindi anche le donne di Santa Sofia, hanno dato. In quegli anni difficili la donna, in casa come in guerra, sui posti di lavoro, nella Resistenza o nella solitudine di una resistenza personale o familiare, ha coraggiosamente affrontato i pericoli dell’essere staffetta, infermiera, impegnata in città nelle SAP, nei GAP e nei Gruppi di Difesa della Donna, o in montagna nella lotta armata, oppure organizzando scioperi contro la guerra e per il reperimento degli alimenti, vivendo le dure privazioni del carcere, delle torture, pagando anche con la vita“.

Altre centinaia di migliaia di donne in silenzio, in una resistenza civile, hanno sofferto, pagato e contribuito alla vittoria sulla barbarie della dittatura fascista e dell’occupazione nazista. La maggior parte di loro è stata dimenticata, finita la guerra hanno ripreso la vita quotidiana, scegliendo di rimanere nell’anonimato come la la grande maggioranza delle donne Santasofiesi. A tutte loro intitoliamola la Sezione Anpi di Santa Sofia con profondo rispetto, riconoscimento e gratitudine per custodire e perpetuare nel tempo la memoria del contributo fondamentale che hanno dato alla costruzione dell’Italia libera e democratica”.

All’evento saranno presenti le istituzioni locali, il sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi, il presidente della coop. culturale tra Reduci, Combattenti e Partigiani Oscar Bandini, la presidente di Anpi Santa Sofia Liviana Rossi e il presidente della sezione provinciale Anpi di Forlì Cesena, Gianfranco Miro Gori.

Da sempre sosteniamo e condividiamo i valori dell’Anpi – commenta il sindaco Daniele Valbonesi -. Riteniamo fondamentale valorizzare la memoria della Resistenza, che nelle nostre zone abbiamo nostro malgrado ben conosciuto, e crediamo che sia necessario appoggiare e promuovere ogni iniziativa volta a ribadire l’antifascismo e a sostenere i principi e valori della Costituzione. Per questo, oggi, siamo felici di intitolare la sede alle donne resistenti di Santa Sofia, che tanto hanno fatto per l’intera comunità”.
Dopo la cerimonia, il pomeriggio si concluderà con un momento di festa, con la musica del “Duo surprise” e un piccolo aperitivo. Tutta la popolazione è invitata a partecipare.