Billi a un mese dal ribaltone: «Necessario un grande sforzo di riorganizzazione»

0

È trascorso un mese dal ribaltone che ha visto il candidato Francesco Billi, sostenuto dal centrodestra, imporsi sulla sindaca uscente Marianna Tonellato con un clamoroso distacco del 13%. Trenta giorni durante i quali la nuova amministrazione ha mosso i primi passi in Municipio, come racconta il neosindaco: “Sono state settimane impegnative. Ci siamo concentrati a impostare la nostra attività istituzionale e dove possibile abbiamo già iniziato a intervenire su questioni ordinarie, come gli sfalci dell’erba. Alcune situazioni particolari necessitano di approfondimenti e imporranno scelte ponderate. Ad ogni modo entro luglio la nuova amministrazione sarà pronta ad andare in piazza per spiegare alla cittadinanza il quadro attuale e le prospettive. L’impressione, al di là delle specifiche criticità più o meno prevedibili, è che sarà necessario uno sforzo di riorganizzazione generale e partecipata per cambiare passo in maniera concreta“.

Abbiamo intenzione di ascoltare la gente e di rimanere coerenti ai punti del nostro programma elettorale, premiato dalla maggioranza degli elettori per difendere gli interessi della comunità. Tutta la squadra, a cominciare da assessori e consiglieri, è impegnata in questo senso. Siamo un Comune pieno di eccellenze e di cittadini di buona volontà che verranno coinvolti, questo ci rende fiduciosi e motivati. Le elezioni fissate a metà giugno non ci consentono di incidere molto nella stagione in corso e neppure è semplice subentrare in circostanze predefinite da altri. Ma trascorsi i mesi estivi, quando tutti saranno tornati dalle ferie, inizieremo a convocare quelli che in campagna elettorale abbiamo definito “stati generali” del Comune: ovvero una serie di incontri con associazioni, categorie e gruppi di cittadini per confrontarsi e condividere obiettivi precisi. Entro l’estate vorremmo anche riordinare le modalità di comunicazione fra la cittadinanza e l’amministrazione. Infine ritengo opportuno ringraziare i dipendenti comunali per l’ottima accoglienza ricevuta: la collaborazione del personale è un aiuto molto importante per pianificare il nuovo percorso fin dalle prime fasi” conclude Billi.