FumettoDanteca 2021 Vernice

Attiva dall’inizio dell’anno con eventi ed iniziative legate al mondo dantesco, la FumettoDanteca esclusiva ed innovativa ‘Biblioteca Internazionale di Fumetti dedicati all’Opera e al Sommo Poeta Dante Alighieri’, presenta al pubblico il numero 0 della testata ‘Dant&metto – Dante & Fumetto, la pubblicazione internazionale che è anche già presente sui vari social americani. Un prodotto unico nel suo genere, come unica è la FumettoDanteca, per propone una infinità di informazioni legati al mondo dantesco fumettato, a partire dagli eventi promossi fino a tutti i dati rintracciati, non semplicemente, a livello mondiale. Ancora una volta l’unicità internazionale, che prende corpo grazie al supporto della Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’ di Forlì, oltre al grande impegno della gestione di volontariato da parte dello Staff Fumettoteca, entra in gioco e con Dant&metto presentando all’interno delle sue pagine informazioni e chiarimenti sconosciuti ai più.

La testata è scaricabile gratuitamente come ‘FreePressWeb’ dal sito ufficiale www.fanzineitaliane.it/FumettoDANTEca e la sede propone aperture straordinarie, anche su richiesta, per il pubblico interessato e scolastico, con la proposta di documenti fumettistici, cartacei e digitali, di ben oltre 330 pezzi, disponibili alla consultazione. Per informazioni 339 3085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it.

Una testata aperiodica come innovativo ed esclusivo progetto che nasce a seguito delle innumerevoli donazioni, di ricerche e studi, attivati nel contesto dell’ambito fumettistico relativo all’opera alla figura di Dante Alighieri, nonché al tema dantesco trattato nella Nona Arte. Dant&metto è una proposta di lettura che spazia in varie sezioni, dagli approfondimenti relativi alla stessa FumettoDanteca alla produzione editoriale della stessa, passando per i molti eventi che promuove e le tante informazioni legate ai prodotti fumettistici sul Sommo Poeta, Dante Alighieri, e la sua Opera, considerando anche lo sviluppo di iniziative in grado di mettere in relazione l’arte della letteratura disegnata con con le arti performative e progetti didattici nell’ambito Dante/Fumetto.

Il programma della pubblicazione – precisa l’esperto fanzinotecario GianLuca Umiliacchi – si lega alla valorizzazione del patrimonio documentario presente presso i locali dell’unica FumettoDanteca nel mondo. Ecco un’altra opportunità preziosa per far conoscere il proprio patrimonio archivistico, non solo attraverso la divulgazione dell’attività didattica e divulgativa che da anni svolgiamo, ma anche grazie a iniziative come questa, formative e promozionali mirate, e Dant&metto lo dimostra in maniera egregia“.

Un’occasione per accrescere la consapevolezza di quanto sia importante questo non piccolo, ma ancor più grande a livello internazionale, archivio di bene culturale e memoria storica collettiva. Per mezzo di un approccio educativo interessato a far scoprire, condividere e raccontare il patrimonio sociale, come appunto quello fumettistico dantesco, in grado di unire cittadini e comunità, si rispondere alla domanda della società civile di conoscere e prendere parte al patrimonio culturale della Nona Arte italiana, ovvero il fumetto.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFrancesco Piva confermato per la terza stagione al Forlì
Articolo successivoSono 274 i nuovi contagi nel Forlivese, superati gli 80mila da inizio pandemia
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.