Valbonesi: «Livia Tellus è uno strumento utile per tutti i 15 Comuni della Romagna Forlivese»

0

Il segretario territoriale del PD forlivese Daniele Valbonesi interviene sulle affermazioni del capogruppo della Lega in consiglio comunale a Forlì e consigliere regionale, Massimiliano Pompignoli, riguardo a Livia Tellus e sull’accusa di “atteggiamento sclerotico” e di divergenze con il gruppo consiliare del PD di Forlì.

Facciamo chiarezza – chiarisce Valbonesi – prima di tutto dal punto di vista istituzionale. Nei consigli comunali di tutti e 15 i Comuni del territorio forlivese c’è una presa d’atto riguardo al budget 20022-2024 di Livia Tellus. Faccio presente a Pompignoli che nei vari consigli troverà astensioni e voti contrari anche da parte dei gruppi di centrodestra e prese di distanza anche nei gruppi consiliari che sostengono la giunta Zattini, come avvenuto nel Consiglio Comunale di lunedì 27 giugno, con l’assenza nel voto di importanti esponenti della Lista Civica Forlì Cambia collegata al sindaco Zattini”.

Andando oltre l’attività dei consigli comunali, che Pompignoli confonde con il piano politico, emerge l’obiettivo del consigliere, ovvero quello di nascondere le tensioni politiche all’interno della maggioranza e le vere intenzioni dell’amministrazione Zattini – prosegue Valbonesi -. È infatti noto che il Comune di Forlì vorrebbe smantellare Livia Tellus, proprio come ha fatto un paio di anni fa con l’Unione dei Comuni della Romagna forlivese. Tutto questo denota una visione nella quale il capoluogo Forlì non è più un riferimento territoriale, ma tende a chiudersi in se stesso, senza rappresentare più quel ruolo di guida che gli spetta naturalmente”.

Su questo invece il PD ha le idee chiare, pensando, insieme ai gruppi consiliari, compreso quello di Forlì, che Livia Tellus possa rappresentare un collante ed uno strumento utile per tutti gli attuali soci, ovvero i 15 Comuni del territorio forlivese. Proprio per questo la discussione dovrebbe spostarsi su quello che può fare Livia Tellus, come vettore di coesione per un territorio che ha tante fragilità, ma altrettante potenzialità. Noi su questo vorremmo ragionare in prospettiva, escludendo la polemica tra forze politiche, e concentrandoci solamente per dare ai territori ed ai cittadini strumenti che possano migliorarne la qualità della vita”, conclude il segretario Dem.