virginia mambelli softball Forli

Poderi dal Nespoli Forlì – Bertazzoni Collecchio
Gara1: 3-1; Gara2: 12-5 (5° Inn.)

Nel campionato di softball, son tutti sorrisi per la Poderi dal Nespoli Forlì. Le romagnole superano Collecchio 2-0, conservano il primo posto nel girone B tenendo Caronno e Castelfranco a distanza, ritrovano l’esuberanza del proprio attacco. Il tutto contro un avversario che proprio facile non sembrava, e che per più di metà giornata ha dato filo da torcere.

Che Forlì sia una squadra costruita per vincere le partite a suon di battute, è evidente. Ma è una qualità che per tutto il mese di maggio era rimasta un po’ in secondo piano, fosse anche solo per un legittimo bisogno di tirare il fiato. Contro Collecchio, il line up romagnolo è invece tornato a fare la voce grossa: garauno è stata decisa da un fuoricampo di Virginia Mambelli (nella foto), il primo in A1 per la 18enne forlivese che ormai non è più solo una “promessa” ma una consistente realtà, mentre in garadue c’è stata una prova di forza collettiva. Il line up di Forlì ha messo assieme 15 valide con sette doppi, un triplo e un altro home run, questa volta di Jameyson. Collecchio è una formazione disciplinata e sbaglia poco, ma un errore l’ha fatto, accettando di sfidare la Poderi dal Nespoli a chi picchiava più forte sulla pallina; Forlì, in giornata felice, non ha fatto sconti.

Con la casacca romagnola si è rivista Laura Vigna, tornata dagli Usa con il titolo di campionessa NJCAA in tasca: una valida su sette turni per la torinese, che statisticamente è poco, ma il suo rientro ha certamente giovato agli umori della squadra. Piace anche sottolineare la prestazione di Cacciamani, che in pedana di lancio ha fornito una prova brillante (l’unico punto ospite, quello del punto del momentaneo vantaggio, è entrato di fatto su un grossolano errore difensivo); sta crescendo anche l’altra lanciatrice, l’americana Goodman, a cui manca in maniera sempre più evidente la tenuta atletica, e che però comincia a variare i lanci e migliora nel controllo.
Alla Poderi dal Nespoli rimane un turno per concludere la fase dell’Intergirone, ed è un match altisonante: sabato prossimo le forlivesi giocheranno sul diamante di Bollate per la riedizione della sfida scudetto 2021. Sarà l’unica occasione in cui le due squadre si incontreranno durante la stagione regolare.

Rapidamente, le due partite contro Collecchio. In garauno Forlì soffre un avvio stentato, e incassa lo 0-1 al quinto inning, difendendo malissimo una valida di Lori verso l’esterno sinistro. Ma si riprende al sesto turno con un autentico “jolly”: valida di Ricchi, Jameyson salva su errore, e lungo campanile di Virginia Mambelli che si deposita fuori campo per il 3-1. L’ultimo attacco ospite crea qualche affanno a Cacciamani e alla difesa romagnola (singoli di Paulson e di Edwards), ma Forlì tiene duro e porta a casa il successo.
Decisamente spumeggiante il match serale. Inizialmente tutto sembra girare male per la Poderi dal Nespoli: Goodman stenta ad entrare in partita, la difesa commette altri due errori, e a metà del terzo inning Collecchio guida 5-3. Si accende l’attacco forlivese: una prima raffica di valide (doppi di Veronica Onofri e Cacciamani) fruttano i tre punti del sorpasso, e poi, al quinto inning, la spallata. Cinque valide, quasi tutte “pesanti”, e altrettanti punti sul tabellone per l’11-5. Un altro punto alla sesta ripresa sancisce il 12-5 e la sospensione anticipata per “manifesta superiorità”, lo segna Ricchi su legnata dell’incontenibile Veronica Onofri, autrice di un percorso netto nel box di battuta con 4/4 e due “doppi”.