Consegna delle borse di studio dedicate a Giancarlo Biandronni

0

Il Comune di Santa Sofia, per commemorare la figura del compianto professore Giancarlo Biandronni per lungo tempo protagonista della vita dell’Istituto Comprensivo di Santa Sofia prima come docente e poi come Dirigente e per onorare la sua figura ha istituito, con il sostegno dell’Ufficio Scolastico di ambito Territoriale di Forlì – Cesena, due borse di studio a lui intitolate, a favore degli studenti meritevoli residenti nel comune di Santa Sofia.

Sabato 18 giugno, alle ore 17,00 nella Sala Milleluci di Santa Sofia, si terrà la consegna delle borse di studio del valore di 500 ciascuna: due gli studenti premiati come da bando, uno frequentante la scuola secondaria di primo grado, uno quella di secondo grado.
Per l’anno 2022, gli studenti sono stati invitati a realizzare un progetto individuale di interpretazione creativa della matematica che contenesse l’idea della trasversalità di tale disciplina alla base di ogni campo della conoscenza – commenta il sindaco Daniele Valbonesi -. Tutti i lavori sono stati realizzati in modo originale, i ragazzi hanno proposto letture interessanti e creative della matematica, un tema che, tradizionalmente, è schematico e lascia poco margine alla fantasia”.

Il pomeriggio vedrà ovviamente i ragazzi nelle vesti di protagonisti, ma la giornata sarà anche l’occasione per ricordare il professor Biandronni. Sono previsti, dunque, interventi degli amministratori del Comune di Santa Sofia e di rappresentanti dell’Istituto Comprensivo di Santa Sofia e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Forlì Cesena, partner dell’iniziativa.

Ricordo che questa è solo la prima delle 7 borse di studio annuali previste – commenta Isabel Guidi assessora alla cultura -. Il progetto, dunque, proseguirà in futuro anche grazie alla generosità di chi ha donato risorse economiche a vantaggio di questa iniziativa: le associazioni Alpini sezione Alto Bidente, CIF Santa Sofia, Sophia in Libris, SpazioArte e alcuni privati cittadini. Infine, un ringraziamento particolare va alla professoressa Maria Silvia Spighi, prematuramente scomparsa da alcune settimane, che con grande entusiasmo ha lavorato all’organizzazione della borsa di studio in memoria di Giancarlo Biandronni”.