Ammodernamento Ss67. De Girolamo: «Assunto impegno per attivare tavolo istituzionale»

0

Sul tema dell’ammodernamento della Statale 67 arriva una buona notizia da Roma: si è da poco conclusa la discussione in commissione Trasporti dell’interrogazione a risposta immediata presentata dal deputato Carlo Ugo de Girolamo capogruppo in commissione e cofondatore di Coraggio Italia che dall’inizio del mandato porta avanti la battaglia per rendere più sicura la Statale 67 “Tosco-Romagnola”. “Proprio in occasione dell’ultimo incontro pubblico promosso dal Comitato civico Ss67 avvenuto lo scorso 21 maggio a Portico di Romagna, de Girolamo si era impegnato a continuare nel sollecitare il Governo, per giungere ad “un deciso intervento di ammodernamento di questa arteria, in particolare nel tratto da Forlì al Passo del Muraglione, per fluidificare la viabilità delle vallate, ridurre i rischi e sostenere lo sviluppo dei comuni attraversati dalla SS67”.

Così oggi, al termine di un attento lavoro ‘diplomatico’ svolto per tutti questi mesi dal parlamentare romagnolo senza troppi proclami, arriva la rassicurazione e l’impegno del Governo per la prima volta messo ‘nero su bianco’: sarà attivato un tavolo di confronto che coinvolgerà tutte le istituzioni coinvolte e interessate a risolvere la questione dell’ammodernamento della “Tosco-Romagnola” che va avanti da vent’anni.

È sicuramente un primo importante passo in avanti, ma certamente non risolutivo – commenta de Girolamo –. Accolgo però favorevolmente il fatto che il governo abbia dimostrato un segno di attenzione verso il nostro territorio assumendosi l’impegno che espressamente avevo richiesto, ovvero quello di attivare un tavolo di confronto pubblico tra ANAS, il Comitato civico, le istituzioni locali, regionali e nazionali”.

Ancora una volta il Ministero ci ha assicurato che “quanto all’ammodernamento del tratto che va da Forlì al Passo del Muraglione, la società Anas ha già avviato gli studi preliminari necessari per la realizzazione degli interventi più idonei per fluidificare la viabilità delle vallate e dare un sostegno concreto allo sviluppo dei Comuni attraversati da questa arteria”, prosegue il parlamentare che in sede di replica ci ha tenuto a ringraziare pubblicamente il Comitato civico “per l’impegno infaticabile sin qui profuso, il supporto costante e la pervicace volontà di tenere alta l’attenzione sul tema”.

Ritengo che la necessità di riunire formalmente tutte le istituzioni e Anas sotto la stessa ‘bandiera’, senza ‘colori politici’, ma solo con l’obiettivo di avviare una seria e proficua discussione progettuale sul futuro della SS67, debba essere lo spirito con cui si è chiamati a collaborare, a tutti i livelli istituzionali. Solo se saremo in grado di fare tutti squadra: territorio, istituzioni, amministrazioni locali, vinceremo la partita dell’ammodernamento della strada statale 67. Un’arteria fondamentale e strategica per lo sviluppo economico della Romagna. Proviamo a ripartire da qui – conclude De Girolamo -. Continuerò, infine, per parte mia come sempre fatto, a vigilare attentamente affinché si possa presto concretizzare la misura dell’impegno assunto oggi dal governo”.

La notizia che arriva da Roma dell’impegno del governo ad avviare un tavolo istituzionale di confronto sul tema ammodernamento Strada Statale 67, nel tratto da Forlì al Passo del Muraglione, è accolta con soddisfazione dal Comitato Civico SS 67. L’impegno dell’Esecutivo è stato formalizzato in risposta ad un’interrogazione presentata dall’on. Carlo De Girolamo, in Commissione Trasporti. “Speriamo – dichiarano i coordinatori del Comitato Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini – che l’annuncio diventi presto realtà iniziando a lavorare su come fluidificare al meglio la viabilità, migliorandone la sicurezza”.

I coordinatori del Comitato evidenziano: “Considerato che anche il ‘Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza #Nextgenerationitalia’ ha tra i suoi obiettivi quello di colmare il divario infrastrutturale tra le aree urbane e le aree interne e rurali del Paese, crediamo sia questo il momento storico giusto per fare tornare d’attualità il tema ammodernamento SS67, che negli ultimi quindici anni è diventato troppo marginale nell’agenda politica locale, per l’importanza che questo collegamento tra Romagna e Toscana riveste”.

E aggiungono: “Ringraziamo l’onorevole De Girolamo per l’interrogazione di oggi che ha portato a questo pronunciamento del Governo. Per l’impegno profuso, il nostro grazie va a tutti i deputati forlivesi, che da tempo e anche nel corso degli ultimi mesi hanno chiesto a più riprese attenzione e una pianificazione per ammodernare la SS67. Occorre che tutte le rappresentanze politiche ed istituzionali del territorio sappiano marciare davvero unite, nel chiedere alla Regione, finora un pochino troppo timida sul tema, di scendere in campo a favore dell’ammodernamento della SS67, per aprire così un confronto con il Governo e con Anas”.