Fumettoteca Umiliacchi DDD Diabolik 2021

Diabolik ha un Gruppo Sanguigno? Certo, AB Rh Negativo! E quello di Ginko, o di Eva Kant? Quante volte è comparso nei titoli la parola ‘sangue’, quando è stata la prima volta che Diabolik ha avuto bisogno di una ‘trasfusione di sangue’? Tutto questo e molto altro trova risposta alla Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’ con l’innovativo evento ‘Nero… come rosso sangue!’ per il ‘World Blood Donor Day – Giornata Mondiale del Donatore di Sangue’, esclusiva proposta che anche quest’anno ha riscosso notevole successo e molta attenzione da parte di un pubblico, sempre più interessato. Sangue chiama sangue e le pagine di Diabolik sono intrise di sangue, e lo si può ben vedere, per la diciassettesima edizione della ‘Giornata Mondiale del Donatore di Sangue’ alla Fumettoteca Regionale, con sede a Forlì, nel contesto della quarta edizione di ‘DDD – DamnDaringDiabolik’, manifestazione dedicata all’icona diabolika, personaggio che in questo 2022 festeggia i suoi 60 anni.

Infatti con il diaboliko evento ‘Nero… come rosso sangue!’ avviato il 14 giugno, prosegue l’esclusivo appuntamento socio-culturale espositivo con il WBDD fino al 30 giugno, con aperture su richiesta, occasione per gli interessati che potranno trovare un percorso espositivo dedicato oltre ad una ampia scelta di lettura con migliaia di fumetti diabolici. Informazioni 3393085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it.

“Non va dimenticato che Diabolik, già nel passato, è stato più volte ‘Paladino’ per il ‘sangue’ – precisa l’esperto fumettotecario Gianluca Umiliacchi, donatore di sangue da oltre 40 anni – come ad esempio l’albo a fumetti per il Cro, i giovani pazienti del Centro Oncologico, oltre che per l’Avis nazionale e di varie città e, proprio nel 2021, per il HSOS Hospedale Sacco Obiettivo Sangue”. “La Fumettoteca Regionale – prosegue Umiliacchi – ha nuovamente fatto centro, molte persone sono venute anche da fuori regione, come anche una professoressa proveniente da Roma, dimostrando come questo successo, più roseo delle aspettative, è la conferma come la nostra attività di volontariato è in grado di veicolare messaggi di valore culturale, sociale ed individuale.”

L’iniziativa, fuori da ogni linea associativa, nasce per rappresentare un legittimo ringraziamento, una celebrazione per le persone che donano sangue e un incoraggiamento per continuare a farlo, ai tantissimi donatori volontari che da generazione in generazione hanno avuto modo di susseguirsi. Grazie all’adeguato uso dei prodotti della nona arte e alla grande professionalità e conoscenza dello staff Fumettoteca, si offre al grande pubblico l’opportunità per acquisire sensibilizzazione sul concetto della donazione.

CONDIVIDI
Articolo precedentePresentazione del volume “Luigi Impieri. Frantumi”
Articolo successivoIl ricordo di Anna Dente, ‘regina della cucina laziale’, apre il terzo giorno della Festa Artusiana
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.