Alea Ambiente

Sviluppo sostenibile, Agenda ONU 2030, consumo consapevole, economia circolare: questi alcuni dei temi al centro del progetto di sensibilizzazione ed educazione ambientale che anche quest’anno Alea Ambiente, attraverso la sua area Educational, ha condotto insieme agli istituti scolastici del territorio in cui la società opera. “Quale impronta lasciano i nostri rifiuti?” è il tema sul quale bambini e alunni, dalle scuole dell’infanzia alle secondarie di primo grado, si sono interrogati, in un viaggio alla scoperta degli effetti delle azioni dell’uomo sull’ambiente, dei comportamenti virtuosi da adottare e di nuove idee per ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti.

Dopo una fase di discussione, in presenza o da remoto, dove le classi hanno interagito in modalità dinamica e interattiva con gli operatori dedicati al progetto, i ragazzi si sono cimentati nella realizzazione di un elaborato finale (disegno/illustrazione, testo informativo, racconto, video o immagine), pensato per parlare ai cittadini attraverso varie modalità e canali. In tutto sono state 30 le classi partecipanti al concorso, su 95 laboratori svolti in classe, per un totale di 1.670 studenti appartenenti a vari istituti scolastici tra scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Gli elaborati più originali ed esplicativi sono stati premiati in questi giorni da una giuria tecnica interna ad Alea Ambiente che ha consegnato alle classi vincitrici dei buoni spesa del valore di 150 Euro, spendibili in materiale didattico. Ad essere premiate sono state, nello specifico:

Scuola dell’infanzia

– sezione unica scuola “Traversari” di Portico e San Benedetto
– sezione arancione scuola “Giramondo” di Meldola
– sezione gialla scuola “Rodari” di Castrocaro

Scuola primaria

– classe 1A scuola “Decio Raggi I.C. 9” di Roncadello (Forlì)
– classe 2B scuola “Pietro Alpi” di Modigliana
– classe 3A scuola “Adone Zoli” di Predappio

Scuola secondaria di Primo grado

– classe 1C di Predappio.