ugl e polizia locale

Il vicesindaco di Forlì, Daniele Mezzacapo, affiancato dal dirigente pro tempore del corpo di Polizia Locale Michele Pini, ha ricevuto questa mattina in Municipio una delegazione del sindacato Ugl guidata dal segretario territoriale Romagna Filippo lo Giudice con Francesco Petrucelli, dipendente Polizia locale e già componente del direttivo provinciale del sindacato nel comparto Autonomie locali, oggi Rsu nel pubblico impiego-Comune di Forlì.
Al centro del colloquio le problematiche che riguardano: le procedure concorsuali, il limite d’età per i servizi serali e notturni, la mobilità interna del personale del corpo e le progressioni economiche.

Abbiamo chiesto l’introduzione del limite d’età per i servizi serali e notturni, tempi certi per l’implementazione del personale e rappresentato l’esistenza di difficoltà da parte dell’ente ad esaminare le richieste di mobilità interna presentate da personale del corpo”: spiega Francesco Petrucelli. Sugli stessi temi, a gennaio, si era svolto un precedente incontro tra Ugl e amministrazione comunale con l’intesa di aggiornarsi in tempi stretti per condividere soluzioni. Nella stessa fase era stato approvato in consiglio comunale il nuovo regolamento della Polizia locale che di fatto avvia il processo di riorganizzazione del corpo dopo l’uscita di Forlì dall’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese.

Ed oggi il vicesindaco Mezzacapo ha confermato all’Ugl che il 31 maggio verrà bandito un concorso per sei nuovi funzionari categoria D, mentre in estate si terrà un altro concorso per 4 agenti con contratti di formazione lavoro.
Mentre sulla questione del limite d’età per i servizi serali e notturni il vicesindaco di Forlì s’è impegnato a valutarla e a discuterne dopo l’estate. Quanto alla mobilità interna Mezzacapo ha assicurato che verrà adeguato il regolamento e con la successiva assunzione del personale l’amministrazione confida di poter venire incontro alle richieste già avanzate.
Il segretario territoriale Ugl Romagna Filippo lo Giudice ha ribadito che sulla questione il sindacato terrà alta l’attenzione poiché riguarda due tematiche sensibili come: la sicurezza dei cittadini e il buon andamento gestionale del personale di un ente pubblico.