Carlo Battistini presidente Camera di Commercio Romagna

Oggi nella sede di Forlì della Camera di commercio della Romagna, si è insediato il nuovo Consiglio camerale, nominato dal presidente della giunta regionale. Il Consiglio, chiamato a nominare fra i suoi componenti il presidente dell’ente, ha eletto Carlo Battistini, nato a Forlì nel 1960, cesenate d’adozione, laureato in economia e commercio all’Università di Bologna. Il curriculum lavorativo di Carlo Battistini nasce nel sistema camerale. Inizia la propria carriera nell’allora Camera di commercio di Forlì, negli anni 1984-1985, come collaboratore nell’indagine sull’innovazione tecnologica nell’industria. Prosegue, poi, come funzionario dell’Ufficio studi di Unioncamere Emilia-Romagna a Bologna, dove si è occupato di attività di ricerche e studi economici, fino al 1991. Diversi gli incarichi ricoperti, tra i più importanti, ha lavorato nel mondo delle organizzazioni imprenditoriali, prima in Confcooperative Forlì-Cesena (1991/1996), come vicedirettore e vicepresidente con delega esecutiva della società di servizi. Successivamente, è stato direttore generale di Confcommercio Cesena (1996/2004), dove ha svolto anche il ruolo di amministratore delle società di servizi. Contemporaneamente è stato membro del consiglio generale e della giunta dell’allora Camera di commercio di Forlì-Cesena, dal 2003-2005, in rappresentanza del settore Turismo.

A nome dell’Amministrazione comunale di Forlì rivolgo le più sentite congratulazioni al nuovo presidente della Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini, Carlo Battistini, per il prestigioso incarico. Nel ringraziare il presidente uscente Alberto Zambianchi per il grande impegno prestato al servizio del territorio e per i risultati conseguiti nella promozione dello sviluppo imprenditoriale, economico e associativo, rivolgiamo a Carlo Battistini, al nuovo Consiglio e alla Giunta Camerale i migliori auguri di un lavoro proficuo e ricco di soddisfazioni. In attesa di poterci incontrare per aprire fin da subito un percorso di collaborazione proficua e costruttiva, giunga ai componenti degli organismi di vertice della Camera di Commercio il nostro saluto di stima e vicinanza” è il commento di Gian Luca Zattini sindaco di Forlì.

Il nuovo mandato politico della Camera di commercio della Romagna, che prende l’avvio oggi, è una grande occasione per innovare il ruolo cruciale che essa può svolgere nell’accompagnare il territorio e le imprese nella complessità, soprattutto nell’elaborare e realizzare una visione capace di tenere insieme innovazione e sviluppo diffuso con la sostenibilità, società ed economia con l’ambiente, istituzioni ed economia con il terzo settore non profit, e quindi di “dare la bussola” – ha dichiarato Carlo Battistini neo eletto presidente della Camera di commercio della Romagna -. L’invito che rivolgo a tutti fin dall’inizio è quello di lavorare insieme perché la Camera di Commercio della Romagna sia interprete e protagonista dello scenario diventando uno strumento sempre più autorevole e inclusivo di elaborazione, di sintesi e di realizzazione di politiche e di progetti fra i vari soggetti della rappresentanza settoriale e territoriale, capace di operare in modo dinamico e innovativo. Sappiamo bene che in Romagna vi è una vivace competizione, ma vi è anche una altrettanto grande capacità di cooperazione. Desidero ringraziare quanti mi hanno sostenuto per la fiducia che mi hanno concesso, così come desidero esprimere un ringraziamento anche a tutte le associazioni, sia singolarmente che tramite gli apparentamenti stretti tra molte di esse, e che hanno partecipato a questo rinnovo degli organi e quotidianamente operano a supporto delle imprese associate. Un altrettanto doveroso ringraziamento va ai precedenti componenti degli organi, Consiglio, Giunta e Presidente che ci hanno lasciato una Camera di Commercio sana e solida.In particolare, rivolgo un saluto affettuoso al caro amico Alberto Zambianchi”.

I consiglieri chiamati a far parte della Giunta, che resteranno in carica per il quinquennio 2022-2027, sono Alessandro Corsini (agricoltura), Francesco Ferro (artigianato), Fabrizio Vagnini (commercio), Luca Vici (industria), Guido Sassi (cooperazione), Antonietta Bagioni (servizi alle imprese), Gaetano Callà (turismo). Per effetto della legge di “riordino delle funzioni e del finanziamento delle camere di commercio” i componenti del Consiglio della Camera della Romagna in rappresentanza delle organizzazioni imprenditoriali sono 22, a questi si aggiungono i tre rappresentanti delle organizzazioni sindacali, delle associazioni di tutela dei consumatori e dei liberi professionisti, per un totale di 25 componenti. Nella precedente compagine i consiglieri, in totale, erano 33. Molti i volti nuovi nel nuovo Consiglio, i consiglieri confermati, infatti sono 5. Sale la percentuale femminile: le consigliere sono 9 e rappresentano il 36% del totale, mentre nel precedente erano 11, su 33 componenti, pari al 33,3% del totale.

I componenti di Giunta

Settore Agricoltura: Alessandro Corsini, direttore delle Coldiretti di Forlì-Cesena e Rimini. Modenese di nascita, è stato assunto nella Federazione provinciale dei coltivatori diretti di quella provincia nel 1987. Nel 2010 ha assunto l’incarico di direttore generale della Coldiretti di Grosseto, poi nella Coldiretti di Parma, quindi in quelle di Lucca e Massa Carrara. È stato anche Sindaco per due mandati nel Comune di Fanano e componente di Giunta e Consiglio della Camera di commercio di Parma, dal 2014 fino al commissariamento dell’Ente dovuto al mancato accorpamento con le Camere di Reggio Emilia e Piacenza.

Settore Artigianato: Francesco Ferro, professionista delle relazioni pubbliche e della comunicazione, ha esordito con un’importante esperienza di public affairs per il Parlamento Europeo. Nel 2000 fonda Integra Solutions, agenzia di comunicazione e marketing digitale composta da 25 professionisti che supportano brand e PMI nei loro progetti di sviluppo sul mercato nazionale ed internazionale. Attivo nell’associazionismo d’impresa è stato consigliere nazionale di Unicom, l’Associazione nazionale delle imprese di comunicazione, delegato di FERPI Federazione Relazioni Pubbliche Italiane per l’Emilia-Romagna, vicepresidente CNA Forlì-Cesena e Presidente di CNA turismo e commercio.

Settore Commercio: Fabrizio Vagnini, titolare dell’omonimo laboratorio orafo artigianale di Riccione, dal 2017 è presidente di Confesercenti Rimini. È vice presidente regionale di Confesercenti Emilia-Romagna e componente del Cda di Finterziario Rimini. È stato consigliere della Camera di commercio della Romagna nel precedente mandato, in rappresentanza del settore turismo.

Settore Industria: Luca Vici, imprenditore, CEO della Vici & C. Spa, società che opera nell’ambito dell’automazione industriale, macchine di misura e quadri elettrici. Negli anni si è specializzato nello sviluppo di applicazioni per sistemi di visione per i propri impianti di assemblaggio, e ha creato il brand Vicivision, che progetta, realizza e commercializza in tutto il mondo macchine di misura ottica di serie ad alta precisione. Nel 2015 ha lanciato un nuovo prodotto con il brand Metrios. Oggi la Vici è leader mondiale nella progettazione di macchine di misura ottica. È stato consigliere della Camera di commercio della Romagna nel precedente mandato, sempre in rappresentanza del settore industria.

Settore Cooperazione: Guido Sassi, imprenditore, presidente della Pollo del Campo, azienda del settore avicolo e di Agrifertil, cooperativa che produce fertilizzanti e concimi organici ad alta qualità. Ricopre diversi incarichi in ambito cooperativo, tra cui quello di componente del consiglio regionale di Confcooperative Fedagripesca Emilia-Romagna ed è delegato nazionale Confcooperative con sede in Roma. È stato consigliere della Camera di commercio della Romagna nel precedente mandato, sempre in rappresentanza del settore Cooperazione.

Settore Servizi alle imprese: Antonietta Bagioni, imprenditrice, ha iniziato giovanissima a lavorare nell’azienda di famiglia Bagioni Archimede, impresa artigiana che si occupava di produzione macchine per l’agricoltura. Negli anni l’azienda si è trasformata e ampliata inserendo anche il commercio di macchine per l’agricoltura e il verde, ferramenta e utensileria, macchine per la pulizia in genere oltre a diversi servizi, sviluppando il mercato e acquisendo nuove filiali a Faenza, Russi e Lugo. A seguito delle trasformazioni sono state create nuove società, immobiliari, artigiane e commerciali, di cui fa parte integrante. Dal 2019 è componente del Consiglio direttivo della Confartigianato di Forlì.

Settore Turismo: Gaetano Callà, imprenditore, partito dallo storico ristorante “Pierrot” di Rimini, in 40 anni di attività ha lanciato la ristorazione in spiaggia, discoteche, pub, osterie e un ristorante italiano a Melbourne. Inoltre, si è occupato anche di promo-commercializzazione dell’enogastronomia emiliano-romagnola nel mondo. Notevoli l’esperienza e l’impegno profusi nel mondo associativo: presidente provinciale della FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, vice presidente della Confcommercio di Rimini, presidente del Consorzio strada dei vini e dei sapori dei Colli di Rimini, di cui oggi è consigliere, componente del comitato di gestione del CST Rimini (Centro Servizi Territoriali) e di Eburt (Ente Bilaterale Unitario per il Turismo dell’Emilia-Romagna). È stato insignito della Medaglia D’oro come operatore turistico.